Nuova Mini Full Electric: la Mini interamente elettrica è ora di serie

C’era già una Mini E, un po’ sperimentale, e nata con le tecnologie di oltre 10 anni fa. Ora la nuova Mini Full Electric entra nel contesto dell’ultima generazione di elettriche, in un mercato che sembra maturo per questo tipo di alimentazione. Curiosi i valori indicati da Mini: consumo di carburante combinato: 0,0 l/100 km, consumo energetico combinato: 13,2 – 15,0 kWh/100 km; emissioni di CO2 combinate: 0 g/km. Il tutto con trazione anteriore, sistema di controllo di slittamento delle ruote anteriori, e potenza di 184 CV con 270 Nm di coppia, come dire da 0 a 100 km/h in 7,3 secondi, e da 0 a 60 in 3,9 secondi. Le batterie ad alta tensione sono agli ioni di litio, in 12 moduli disposti a forma di T e specifiche per il modello, disposte nel pianale del veicolo per abbassare il baricentro e non togliere spazio al bagagliaio di 211 litri: il totale dell’autonomia è tra i 235 e i 270 km. I dati non sembrano rivoluzionari: si tratta infatti dell’adattamento del sistema già visto nella BMW i3 al corpo vettura e alla filosofia della Mini tre porte, per cercare di dare più spazio al “go-kart feeling”, ad esempio, contenendo il peso a 1.365 kg, poco più della Cooper 3 porte Steptronic, o sollevando l’altezza complessiva di 18 mm, ma a fronte di 30 mmm di baricentro più basso.

Come si distingue la Mini Full Electric dalla normale Cooper 3 porte? C’è un colore, il giallo e non il solito blu, che identifica il modello elettrificato in alcuni dettagli di finitura, a cominciare dal logo Mini Electric; la calandra anteriore è quella della normale Mini, ma è chiusa e ha un elemento orizzontale decorativo giallo, e sopra la ruota posteriore destra si trova la presa di ricarica. Dietro ci sono specifiche appendici aerodinamiche e ovviamente manca il tubo di scarico, facilitando il passaggio dell’aria nella parte inferiore; anche i cerchi, da 16″ e in opzione da 17″, hanno design originale. All’interno, spicca lo schermo a colori da 5,5 pollici davanti al volante con grafica nuova e con indicazioni legate alle diverse modalità di guida elettrica, e alla carica della batteria. Questa avviene in diverse modalità,  mediante presa di Tipo 2 e CCS Combo 2: Mini dichiara di poter effettuare una ricarica con la Mini Electric Wallbox o con il cavo trifase per la ricarica pubblica (opzionali) all’80% in due ore e mezza, e completa in tre ore e mezza; più veloce ancora una stazione di ricarica rapida CC (80% in 35 minuti), con la possibilità per aderire al servizio ChargeNow. In Italia La Mini Full Electric si può prenotare dal 9 di luglio, attraverso il sito https://electric.mini.it/ e un anticipo di 500 euro.