News in breve: le novità di luglio

Virtual Car è in piena vacanza estiva, ma le attività del mondo dell’automobile non si fermano. Affiancando alcuni post pubblicati nelle nostre pagine social, vediamo in questo articolo alcuni degli avvenimenti del mese di luglio.

Certamente la prima notizia è la scomparsa improvvisa di Sergio Marchionne, avvenuta lo scorso 25 luglio a seguito di una complessa situazione medica. Una vicenda umana che ha riempito di cordoglio in molti, compresa la nostra redazione. Dal punto di vista automobilistico, l’uomo che ha guidato per 14 anni Fiat, facendo nascere l’attuale gruppo FCA in un contesto moderno e globalizzato, aveva già lasciato le redini del gruppo, e si preparava probabilmente ad un futuro nella sola Ferrari: il gruppo FCA con l’obiettivo raggiunto del risanamento dei debiti è stato ora affidato a Mike Manley, ingegnere ed esperto in business administration, già AD di una florida Jeep, mentre in Ferrari Louis Camilleri, che è stato a capo di Philip Morris, affianca il presidenre John Elkann, in rappresentanza della famiglia Agnelli. Un management sempre meno italiano, dopo che Alfredo Altavilla, potenziale successore di Marchionne, ha lasciato il gruppo FCA, ma con un’eredità che sembra ben orientata verso le sfide del futuro.

Fiat mantiene però le sue caratteristiche di Made in Italy nell’immaginario collettivo, soprattutto con l’iconica Fiat 500. A Garlenda (Savona) si è tenuto nei giorni 7 e 8 luglio il 35mo Meeting Internazionale di Fiat 500 storiche, organizzato come sempre dal Fiat 500 Club Italia: ben 900 gli equipaggi da 16 nazioni che hanno festeggiato nelle strade liguri anche alcuni anniversari (50 anni della 500 L, 60 anni della 500 Sport), con le consuete iniziative artistiche, enogastromiche e anche con il consueto impegno sociale.

Sempre due 500, questa volta di nuova generazione, sono state presentate il 4 luglio, giorno di presentazione del nuovo modello ormai 11 anni fa: la trentesima edizione speciale, in soli 1.958 esemplari, si chiama Fiat 500 Spiaggina ’58 e ricorda l’originario modello Jolly Spiaggina del 1958 firmato da Ghia, tanto apprezzata da Gianni Agnelli in Costa Azzurra. La presentazione è avvenuta presso Garage Italia Customs di Lapo Elkann, dove è stata presentata anche una versione speciale, ancora più simile alle Spiaggina originaria, realizzata da Garage Italia in collaborazione con lo studio Pininfarina.

Luglio è anche il mese del tradizionale Festival of Speed di Goodwood, in Inghilterra, dal 12 al 15 luglio. Qui si incontrano gli appassionati di motori per una vera festa dedicata all’automobile e alla velocità, con l’evento centrale della Hill Climb, la gara in salita a cronometro di 1,9 km percorsi da auto di varie categorie. Quest’anno ci sono stati tantissimi modelli, storici, in anteprima assoluta o dinamica, o addirittura prototipi: ad esempio la Roborace, vettura elettrica a guida autonoma da 500 CV che sarà protagonista di uno specifico campionato sportivo; la Lanzante McLaren P1 GT a passo lungo e 1000 CV; la Toyota Supra vicina alla versione di serie; le Mercedes 300 SLR del 1955 e la CLK LM del 1998; la Volkswagen I.D. R elettrica che ha vinto la recente gara in salita Pikes Peak, la Nissan GT-R50 by Italdesign, e tantissime altre vetture sportive, dalla Ferrari 488 Pista alla recente Brabham BT62.

In Italia, invece, sono state numerose le gare di regolarità di auto d’epoca, vere e proprie sfilate di vetture rarissime: possiamo segnalare la Stella Alpina Storica (6-7-8 luglio nel percorso Trento-Bolzano-Corvara) vinta da Guido Barcella e Ombretta Ghidotti su Fiat 508C, o la Coppa d’Oro delle Dolomiti (19-22 luglio con sede principale a Cortina d’Ampezzo), conquistata da Belometti e Vavassori su Lancia Lambda Casaro.

E per il futuro? A livello di produzione, si attendono le numerose novità autunnali, anticipate ad esempio dal teaser della SUV compatta Volkswagen T-Cross su base Polo, sulla presentazione della nuova Audi Q3 o sulle prime immagini del moderno abitacolo dell’elettrica Audi e-tron, dotata di 5 monitor.

L’immaginazione, però, va oltre con i progetti di tesi dedicati al car design: è il caso, ad esempio, della decima edizione del Master in Transportation & Automobile Design del Politecnico di Milano, i cui progetti erano tutti firmati Audi sulla base del concept «4 Distances: new e-form languages for future distances». Le quattro proposte sono Audi Jewl (Gianluca Raciti, Giancarlo Temin ed Esteban Wittinghan Quiñones) a guida autonoma per la mobilità degli anziani, Audi_IN per persone disabili in carrozzina (Edoardo Capi, Seyed Ruhollah Kashfi, Turgut Alkim Tutumlu e Daniel Cosmas Wamono Busima), Audi Triad per un abitacolo a tre posti anche a guida autonoma (Anna Acito, Alessandro Bucchieri e Antonio Mattia Marino) o Audi Mia di Marco Quamori Tanzi, Alessio Surace, Miguel Angel Toledo Carmona per una clientela business, dall’abitacolo variamente configurabile.