Virtual Car15 anni di
        Virtual Car
VIRTUALCAR.IT - AUTOMOBILI E FANTASIA dal 2004
Articoli del 2018 - L'archivio di Virtual Car dal 2004 al 2017 in un unico pdf! (scarica 692MB)
Social [beta] - Facebook - Twitter - You Tube - Podcast - I quaderni di Virtual Car
Le auto di carta - Disegni per Virtual Car - Disegna la tua Virtual Car - Spot 2004 -
Autostyle 2018 - Ginevra 2018

TUTTIAUTOPEZZI.IT

2019

Decimo Meeting Opel Storiche di Mantova: si festeggiano i 120 anni dalla prima Opel

Meeting OpelAnche per il 2019 sono previsti numerosi raduni dedicati alle automobili d’epoca, che sempre più più sono argomento di discussione tra i legislatori in merito alla tassazione e alla circolazione stradale. Gli appassionati, tuttavia, sono sempre più numerosi, e tra gli eventi del nuovo anno, tantissimi, si può iniziare a citare il Meeting Internazionale Opel Storiche, che arriva alla 10^ edizione a cadenza biennale, quindi a 20 anni dal primo raduno. Luogo d’incontro è Mantova, dove nella centralissima Piazza Sordello saranno ospitate, con lo sfondo di Palazzo Ducale, le Opel storiche provenienti da tutta Europa. La manifestazione, aperta liberamente al pubblico per la visita, è organizzata dall’Opel Manta Fans Italy e Opel Fans Italy, con il supporto del Club 8 Volanti, ed il patrocinio del  Comune di Mantova, di A.A.V.S e dell’Automobile Club Mantova. Opel ha in serbo grandi novità per l’immediato futuro, con l’ingresso nel gruppo PSA dopo i lunghissimi trascorsi in orbita General Motors, ma la sua storia continua senza soste da più di un secolo: uno degli eventi in programma sarà proprio la celebrazione dei 120 anni dalla nascita della prima Opel costruita, la Patent-Motorwagen motorizzata con un monocilindrico 1.5 litri in grado di erogare fino a 3,5 CV e a raggiungere i 20 km/h. Potranno partecipare al «raduno statico espositivo» tutte le Opel a trazione posteriore costruite entro il 1986, che dovranno iscriversi fino al 20 aprile 2019 contattando il sito internet www.opelfansitaly.com.

Carlo Carugati, Sergio Chierici, 12 gennaio 2019 [top][up]

Mercedes CLA 2019, coupé compatta della stella a quattro porte

Mercedes CLAL’ultima nata di casa Mercedes, e una delle prime vere novità del 2019, è la seconda edizione della CLA. Nel rinnovamento delle sigle Mercedes, questa sigla viene adottata per tutte le eredi della prima CLS, originalissimo esempio di berlina-coupé dotata di quattro porte, carrozzeria allungata per garantire abitabilità e buon baagagliaio, tetto molto basso, e anche alcune tipiche caratteristiche stilistiche più o meno sempre mantenute, a cominciare dalla linea ad arco che caratterizza un po’ ogni elemento della vettura, a cominciare dagli strettissimi finestrini. Un arco che, nella matita di Gorden Wagener, ha fatto scuola anche per molte altre berline successive, e che oggi però viene in parte semplificato nelle ultime vetture Mercedes, compresa la Classe A, e, appunto, la CLA.
Osservando la nuova CLA si osserva immediatamente il basso tetto rastremato, che confluisce naturalmente nella coda, dalle tipiche caratteristiche delle ultime Mercedes coupé, come lo spoiler lievemente arcuato alla sommità del baule, o la targa in basso. La linea di cintura ad arco è meno marcata di prima ma sempre presente, la fiancata è più stretta al centro mettendo in evidenza gli ampi passaruota, mentre il frontale segue le ultime tendenze di Mercedes, con l’ampia mascherina trapezoidale avanzata (definita shark nose), affiancata da luci sottili e avvolgenti, dotate delle più recenti tecnologie. Le versioni più sportive o dotate dei pacchetti AMG Line mostrano dettagli più dinamici, come ali e prese d’aria, mentre gli interni seguono la più recente scuola Mercedes con MBUX: graficamente alle bocchette circolari, variamente decorate, è affidato un ruolo centrale simulando turbine aeroenautiche, mentre su un altro piano il maxi-schermo piatto e privo di calotte di copertura permette di definire a piacimento ogni aspetto legato alla comunicazione, alla multimedialità, agli ausili di guida Intelligent Drive e ai sistemi di controllo e confort.

La precedente CLA, lanciata nel 2013, è stata un modello importante, fino a diventare il primo veicolo compatto Mercedes nel mercato USA, acquistato da clienti più giovani di 10 anni rispetto al cliente medio Mercedes; più giovani anche i clienti medi in Europa, sia per la versione berlina che per la shooting brake. Attenzione, però, perché ora c’è anche la più economica Classe A Sedan: in tempi di SUV altissimi, la compatte berline sportive sembrano oggi quasi delle coupé, con quattro porte e con un bagagliaio degno di questo nome, pur in assenza del portellone. La A Sedan ha dimensioni inferiori, in proporzione è appena più alta ed è in generale più compatta e solida, e meno muscolosa; gli elementi del frontale sono più essenziali, pur mantenendo lo stesso assetto grafico, mentre la targa nel baule e i fari richiamano gli stilemi delle berline più grandi. Due modelli diversi, anche nel prezzo, ma due quattro porte compatte e giovani: vedremo, a partire dal lancio della CLA previsto per maggio 2019, quale sarà la preferita dal nuovo pubblico internazionale.

Le immagini nella galleria di Facebook

Sergio Chierici, 9 gennaio 2019 [top][up]

Anche nel 2019 la Befana arriva al Gaslini in 500

Befana al GasliniUna tradizione importante viene portata avanti dal Fiat 500 Club Italia, coordinamento di Genova: si tratta della «Befana al Gaslini», l'arrivo di un colorato gruppo di Fiat 500 d'epoca dalla LIguria e dal Piemonte per portare doni ai piccoli ricoverati dell'Ospedale pediatrico Gaslini di Genova. Il programma rimane simile a quello della prima edizione del 1998: le Fiat 500, circa 80 vetture, si ritroveranno alle ore 8.45 presso Corso Marconi/Piazzale Kennedy di Genova, per spostarsi verso il Gaslini e parcheggiare nel silos interno, ad eccezione delle vetture con le befane e i giocattoli; quindi, un pranzo facoltativo con prenotazione obbligatoria presso il Ristorante Mau Giò di Quarto Priaruggia.
«Le visite al Gaslini ebbero inizio 21 anni fa», ricorda il fondatore del Fiat 500 Club Italia, Domenico Romano. «Da allora non abbiamo mai mancato un appuntamento e nel corso di questi 21 anni i rapporti con il Gaslini sono cresciuti, con grande soddisfazione per tutta la nostra associazione. Grazie alla sensibilità e all'impegno del Dott. Pierluigi Bruschettini, presidente de "La Band Degli Orsi", collaboriamo e siamo presenti in numerose occasioni, non solo nel periodo festivo. Usare le nostre 500 per fare del bene è ormai una parte fondamentale della nostra missione: sono moltissimi, infatti, i coordinamenti italiani del nostro Club che si impegnano in campo solidale e perpetuano anche in altre strutture italiane la meritoria tradizione di portare gioia a buonumore ai bambini che stanno passando un momento difficile».
Chi volesse partecipare o avere maggiori notizie può contattare Alessandro Scarpa, presidente onorario del Fiat 500 Club Italia (331 6263880).

Sergio Chierici, 2 gennaio 2019 [top][up]


Tutti gli articoli del 2018


line

VirtualCar.it: testata periodica telematica non soggetta a registrazione al tribunale
giusta articolo 3 bis legge 16/7/2012 n. 103
Direttore: Sergio Chierici
Copyright © 2004-2019 ArtisImago - Tutti i diritti riservati.
Content manager: ArtisImago P.I. 01036100111 - Informativa sulla privacy