Video: “la 126, perché”, dal Centro Storico Fiat

126_video

Grazie alla cortesia del Centro Storico Fiat di Torino, abbiamo il piacere di mostrarvi un lungo video intitolato “la 126, perché” e realizzato nel 1972 per il lancio della Fiat 126. Il video è molto interessante non soltanto per per la descrizione delle caratteristiche principali dell’utilitaria torinese, erede della Fiat 500 storica, ma anche per la rassegna di numerose vetture utilitarie dagli anni ’30 in poi, e per le interviste a due grandissimi protagonisti: Dante Giacosa, che con la 126 chiuse di fatto la sua brillante carriera in Fiat, e Alec Issigonis, il padre della prima Mini.

Vengono passate in rassegna numerose utilitarie, dalle Bubble cars degli anni ’50 alle piccole francesi 2CV e 4CV, e ovviamente alla serie di utilitarie Fiat -Topolino, 600, 500- delle quali Dante Giacosa racconta in prima persona aneddoti e dettagli. L’intervista ad Alec Issigonis, invece, ci riporta alla nascita della prima Mini degli anni ’50, capostipite di tutte le moderne vetture compatte con motore anteriore trasversale e trazione anteriore. La rassegna si chiude con la presentazione della Fiat 126, allora costruita a Mirafiori e a Cassino -stabilimento nato appositamente per la vettura- e più moderna, spaziosa e confortevole della Fiat 500, pur montando sempre il motore bilicilindrico. Il design squadrato prendeva le mosse dalla moderna Fiat 127 di PIo Manzù, mentre lo schema tutto dietro con motore a sbalzo era un’evoluzione di quello della 500; la cilindrata di 600 cc permetteva di raggiungere i 105 km/h: sulla base del traffico di allora, la velocità era adatta anche alla guida autostradale.

Video: “la 126, perché”, dal Centro Storico Fiat
Tagged on:                                         

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Più informazioni

Il settaggio dei cookie per questo sito web è impostato su "permetti Cookies" per permetterti la miglior esperienza possibile di navigazione, Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare il settaggio dei cookie o premendo "Accetto" potrai proseguire la navigazione senza limitazioni. The Cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close