Syrma concept, sportiva e sicura, da IED e Quattroruote

Syrma_2015
[ 44 immagini ]

Non passa anno in cui IED Istituto Europeo di Design di Torino non proponga un prototipo a grandezza naturale al Salone di Ginevra; il 2015 non fa eccezione, ma con una particolarità: la Syrma, modello di vettura sportiva e sicura, è nata in collaborazione con la rivista Quattroruote, ed è ospitata nello stand n. 5032 della rivista stessa.

Syrma è l’11° modello in scala 1:1 realizzato nell’ambito del Master in Transportation Design IED, e in questo caso è stata proprio la rivista Quattroruote a chiedere agli studenti nuove tecnologie da applicare all’inedita concept, che doveva caratterizzarsi per una linea sportiva e prestazioni di rilievo, ma anche soluzioni innovative per la sicurezza: non a caso, il nome, che fa riferimento a una stella visibile da tutte le regioni abitate nella terra, è stato scelto dopo un contest web della rivista, richiamando i nomi delle concept Sigma e Secura, esemplari unici degli anni ’60 voluti da Gianni Mazzocchi, e della più recente Summa del 2010.

Il risultato è una coupé di dimensioni abbondanti (lunghezza 4.730 mm – larghezza 1.980 mm – altezza 1.155 mm – passo 2.790 mm) per ospitare tre passeggeri con sedute sfalsate, di cui quella al centro per il guidatore: un omaggio a celebri vetture del passato, come la Ferrari 365 P Berlinetta Speciale del 1966. Il motore è collocato posteriormente: si tratta di un sistema ibrido con un V6 biturbo a benzina con cilindrata di circa 4 litri e un motore elettrico, con trazione posteriore e un totale di 900 CV; pur trattandosi di una sportiva, può comunque circolare per alcuni chilometri solo in modalità elettrica.

La caratteristica principale della Syrma è però l’insieme delle tecnologie per migliorare la sicurezza attiva e passiva. Tra questi, ad esempio, la proiezione anteriore di messaggi e immagini laser sulla strada per avvertire del passaggio della vettura in modalità elettrica. L’abitacolo permette grande visibilità per il guidatore al centro, grazie anche al parabrezza a goccia, che svolge anche funzione protettiva per i passeggeri.

La Syrma è stata realizzata dagli studenti IED, che, dopo le consuete selezioni di un modello vincitore tra quelli proposti dal gruppo, hanno poi seguito personalmente le fasi di realizzazione del modello presso gli stabilimenti della Model Master di Moncalieri, da poco entrata nel gruppo Cecomp.

Syrma nasce da un’idea di: Xingwu Li (Cina); hanno lavorato al progetto Marshin Bhatt (India); Jacek Chrzanowski (Polonia); Gaurav Anand Jagtap (India); Cho-ta Lu (Taiwan); Dror Peleg (Israele); Sunny Gurmukh Ramrakhiani (India); Rahul Surendra Sadwelkar (India); Aldo Hernandez Schurmann (Messico); Reza Shahla (Iran) e Jingwen Wu (Cina), studenti del Master in Transportation Design IED Torino a.a. 2013/14.

Il progetto si è svolto sotto il coordinamento di: Luca Borgogno, Lead Designer Pininfarina; Fulvio Fantolino, F&F Design Studio e con la collaborazione di Luca Dazzan, Alberto Filosi, Rustom Mazda e Adriano Piovano, tutti docenti IED.

[ 44 immagini ]

I Commenti sono chiusi

Virtual Car
Automobili e Fantasia
CATEGORIE
ARCHIVI

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Più informazioni

Il settaggio dei cookie per questo sito web è impostato su "permetti Cookies" per permetterti la miglior esperienza possibile di navigazione, Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare il settaggio dei cookie o premendo "Accetto" potrai proseguire la navigazione senza limitazioni. The Cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close