Smart Mobility World 2015: intervista esclusiva a Carlo Silva sull’evento dedicato alla nuova mobilità

silva

L’edizione 2015 di Smart Mobility World si svolgerà dal 28 al 30 ottobre all’Autodromo di Monza: una tre giorni sul tema alla nuova mobilità pubblica ed individuale, a cura di ClickUtility Team e Innovability. Per saperne di più sull’evento, abbiamo intervistato Carlo Silva, presidente di Clickutility Team.

1. Qual è il messaggio che si vuole trasmettere portando la smart mobility in un tempio storico della “velocità” come l’Autodromo di Monza?
Che smartness e prestazioni non sono incompatibili, che entrambe richiedono creatività, ricerca, sviluppo, aderenza alle regole.

2. Smart Mobility World ha una storia che supera il decennio: quali sono stati i cambiamenti più grandi sul tema della mobilità sostenibile in questo periodo?
Al di là delle evoluzioni tecnologiche (tredici anni fa le connessioni dati wireless viaggiavano sui 14 K), il cambiamento più rilevante è stato che oggi la sostenibilità non è più un componente aggiuntiva della mobilità, ma un pilastro fondamentale. La mobilità deve essere sostenibile, e tutti gli attori, dagli enti pubblici e regolatori alle aziende hanno integrato questo fattore nella loro pianificazione e nell’operatività. Forse chi non ha ancora assorbito il concetto sono gli utenti finali, che vedono la sostenibilità come generatrice di costi, anche per atteggiamenti punitivi strumentali assunti da alcune autorità. Come organizzatori abbiamo ben presente il problema e stiamo lavorando, già a partire da questa edizione, per favorire un cambiamento culturale e di comportamento.

3. Quali tipologie di aziende parteciperanno all’edizione 2015?
Tutti gli attori del mercato della mobilità: Case automobilistiche, fornitori di componenti OEM, service providers, integratori, start-up innovative, venture capital e incubatori.

4. E qual è, invece, il rapporto con gli enti di ricerca, i centri di ricerca e sviluppo, le scuole?
Come sempre di grande apertura e disponibilità. Anche quest’anno una significativa percentuale dei relatori è di provenienza accademica, che presentano sia progetti di ricerca che un inquadramento neutro e autorevole di fenomeni complessi (per esempio la riduzione delle emissioni).

5. Cosa troverà di nuovo e di accattivante il visitatore dell’edizione di quest’anno?
Sul fronte degli argomenti trattati, per la prima volta in Italia sessioni sulle tecnologie attive per la sicurezza, sull’infotainment evoluto, sulle connected car dal punto di vista delle applicazioni e non solo più della tecnologia, un tentativo di fare chiarezza sul tema delle emissioni, che è un tema di attualità aldilà della stretta attualità. Sulla tema della connected car, Smart Mobility World ospita anche per il secondo anno la conferenza internazionale Connected Automobiles, unica in Italia. E poi l’experience, la possibilità di provare direttamente tutte le tecnologie e le applicazioni di cui sopra, e di guidare una vasta gamma di modelli di automobili green e avanzate, dalle citycar alle supercar, sul circuito dell’autodromo per antonomasia.

I Commenti sono chiusi

Virtual Car
Automobili e Fantasia
CATEGORIE
ARCHIVI

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Più informazioni

Il settaggio dei cookie per questo sito web è impostato su "permetti Cookies" per permetterti la miglior esperienza possibile di navigazione, Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare il settaggio dei cookie o premendo "Accetto" potrai proseguire la navigazione senza limitazioni. The Cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close