Nuova Volkswagen Passat VIII: considerazioni sul design

nuova-volkswagen-passat-variant-2014-_f520

Volkswagen ha ufficialmente presentato l’ottava generazione della Passat, la berlina nata nel 1973 come due volumi fastback e oggi declinata nelle ormai tradizionali versioni berlina a tre volumi e station wagon. Walter de’ Silva è stato chiaro: nessuna linea di rottura né eccessi, ma un’impostazione stilistica che rende immediatamente riconoscibile la vettura come Passat -e soprattutto come Volkswagen- anche togliendo il marchio. La Passat rimane dunque fedele a se stessa, ma con alcune innovazioni: un frontale rivisto secondo un’evoluzione del family feeling del marchio, i differenti sbalzi grazie al nuovo pianale modulare MQB e gli interni raffinati e tecnologici.

Il frontale prosegue la via tracciata dallo stesso de’ Silva con l’arrivo di Flavio Manzoni e le apripista Golf (VI) e Up!: impianto orizzontale di luci e calandra, dunque, ma con maggior tridimensionalità, cromature e forme importanti consone alla categoria della vettura, e fari ora inglobati nella struttura orizzontale, anche in versione full-LED, secondo uno schema già visto in altre Volkswagen e pensato in Italdesign con le concept Tex e Go!.

La vista laterale mette in evidenza la nervatura che attraversa il parafango anteriore e, con andamento a cuneo, prosegue lungo le maniglie e sopra il parafango posteriore; la coda è rastremata per entrambe le carrozzerie, con il classico andamento del montante posteriore a guisa di coupé nella tre volumi, secondo uno schema molto comune anche nelle berline diffuse nel mercato USA. Ancora più evidente è la distribuzione degli sbalzi, con quello anteriore particolarmente ridotto: l’impressione è quello di una trazione posteriore, al punto che il frontale con mascherina bassa e cofano alto e bombato fa venire in mente altre berline RWD tedesche, come l’ultima Serie 3. Meno enfatiche le differenza nella coda, con alcuni elementi già visti in altre Volkswagen: le luci restano a sviluppo orizzontale e hanno una nuova firma a LED più moderna, e gli scarichi integrati nella parte inferiore dello scudo; il vano portatarga della station è ricavato nell’incavo della zona interiore del portellone, mentre la tre volumi prevede la targa in basso nello scudo e una coda più tridimensionale, con accenno di spoiler superiore. La presenza di linee tese e spigoli vivi, le zone incavate nella parte inferiore, la finestratura interamente circondata da un profilo cromato e i parafanghi evidenti, con grandi ruote, completano l’aspetto estetico dell’auto.

Piccola rivoluzione anche negli interni, che mantengono le linee squadrate delle ultime proposte Volkswagen, con ampia consolle centrale che ospita il touch screen e prosegue nel largo tunnel tra i sedili; le novità estetiche sono da ricercarsi nelle sottilissime bocchette dell’aria, raccordate tra loro con un unico profilo tanto da sembrare un elemento continuo interrotto solo dall’orologio analogico al centro, e nella strumentazione digitale Active Info Display, dietro al volante, che dispone di schermo TFT con varie possibilità di configurazione ed head up display. Per la meccanica, sono previsti dieci motori turbo a iniezione diretta, sia benzina che diesel, con potenze tra i 120 e i 280 CV; tra questi debutta il nuovo 2.0 TDI da 240 CV e 240 km/h; c’è anche la prima Passat ibrida plug-in della storia, con il 1.4 TSI da 156 CV e l’elettrico da 109 CV, per un totale di 211 CV, 50 km percorribili in modalità elettrica e consumo medio di 1,5 l/100 km. Trazione anteriore o integrale e cambio meccanico o automatico DSG, a seconda di versioni e allestimenti.

Nuova Volkswagen Passat VIII: considerazioni sul design
Tagged on:                 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Più informazioni

Il settaggio dei cookie per questo sito web è impostato su "permetti Cookies" per permetterti la miglior esperienza possibile di navigazione, Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare il settaggio dei cookie o premendo "Accetto" potrai proseguire la navigazione senza limitazioni. The Cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close