Nuova Nissan Qashqai

qashqai_14_07_520

Difficile realizzare una nuova versione della crossover di classe media che, in molti mercati, ha costituito una vera e propria rivoluzione nel settore, e un successo che ha in parte sorpreso la stessa casa. In Italia, addirittura, Nissan ha rinunciato a una berlina tradizionale o a una station wagon nella combattutissima categoria del segmento C (quello della Volkswagen Golf), per proporre solo la Nissan Qashqai, con un’operazione commerciale che ha dato ottimi frutti, anche per la quasi totale assenza, all’epoca, di concorrenti dirette. Ora in un mercato più combattuto nel settore, Nissan rilancia con la nuova Qashqai, presentata oggi a Londra.

L’analisi del design mostra un’evoluzione della generazione precedente, con alcune caratteristiche originali, e altre già viste in altre vetture della casa. Molto caratteristico il frontale, con il marchio Nissan incluso nell’ormai onnipresente trapezio cromato senza il lato posteriore, e la mascherina che si raccorda con i fari allungati; particolari anche le pieghe dello scudo anteriore, che comprende in basso una presa d’aria, le luci di profondità e uno spoiler. Il cofano dal taglio deciso ha, sopra le ruote, un rialzo che corrisponde a quello sopra le ruote posteriori, in parte tra le portiere e le luci: un effetto che accentua l’aspetto da quasi SUV, supportato anche dalle protezioni inferiori e dai parafanghi sporgenti con grandi cerchi. La vocazione pratica è accentuata dalle barre sul tetto, mentre la finestratura, circondata da un profilo cromato, si solleva bruscamente verso il montante di coda, aggiungendo personalità. Completano il quadro le “onde” che muovono la fiancata, e che contribuiscono a slanciare il profilo. La coda appare di impianto più tradizionale, con il lunotto arrotondato sormontato da uno spoiler, un accenno di “labbro” subito sopra il marchio Nissan, le luci avvolgenti che entrano nel portellone, comprendente il vano targa trapezoidale. Nel complesso una forma moderna e aerodinamica, che riprende l’alternanza tra linee morbide e spigoli di alcune Nissan recenti, ma senza arrivare a soluzioni estreme come per la Juke, data la diversa categoria di appartenenza. Gli interni diventano ancora più maturi, con una plancia importante una consolle centrale dotata di schermo e dei principali comandi, dalle finiture ulteriormente curate. Tra le novità tecniche si segnalano invece il nuovo pianale modulare CMF, con sospensioni multilink al retrotreno riservate alle Qashqai con trazione integrale e un sistema per il controllo di beccheggio e sottosterzo. I motori al lancio sono i diesel 1.5 da 110 CV e 1.6 da 130 CV, e i benzina Dig-T Turbo da 1.2 (115 CV) e 1.6 litri (150 CV).

I Commenti sono chiusi

Virtual Car
Automobili e Fantasia - translate
CATEGORIE
ARCHIVI

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Più informazioni

Il settaggio dei cookie per questo sito web è impostato su "permetti Cookies" per permetterti la miglior esperienza possibile di navigazione, Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare il settaggio dei cookie o premendo "Accetto" potrai proseguire la navigazione senza limitazioni. The Cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close