Nuova Mazda2: prime immagini

nuova-mazda2_520

Nell’ormai lontano 2010, in un incontro speciale per presentare la concept car Shinari, il responsabile del design Mazda Ikuo Maeda spiegava a Virtual Car le linee guida del nuovo linguaggio stilistico della casa, dopo il “Nagare” creato da quel Laurens van den Acker finito poi alla Renault. Da quel momento il Kodo design, sintetizzato con il motto “Soul of Motion”, è stato alla base di tutte le nuove Mazda finora presentate: l’ultima della serie è la nuova Mazda2, da poco al debutto in Giappone con il consueto nome di Demio, e pronta ad arrivare in Europa nei primi mesi del 2015.

Per la Mazda2, il riferimento è alla concept car Hazumi presentata all’ultimo Salone di Ginevra, di cui mantiene sostanzialmente immutate le forme. Come per le altre Mazda, il punto di partenza è la calandra anteriore, con la cromatura che dalla “punta” inferiore prosegue lungo i fari, definisce le “onde” della fiancata in corrispondenza dei parafanghi e si chiude nei fari a sviluppo orizzontale e avvolgenti; completano il quadro le quattro porte, con maniglie non nascoste, la semplice finestratura a goccia e il montante posteriore inclinato e rastremato. L’aspetto dell’auto è fluido e molto scultoreo, con un cofano dalle proporzioni piuttosto lunghe rispetto al totale di circa 4 metri, complici anche la forma tridimensionale dello scudo e lo sbalzo anteriore, che insieme al montante anteriore curvo, il passo lungo e l’altezza totale non eccessiva accentuano la sensazione di auto di categoria superiore. Particolarmente interessanti dal punto di vista del design sono gli interni, raffigurati in anteprima con un allestimento sportivo che impiega anche pelle di tonalità chiara, in contrasto con altri elementi scuri, come la parte superiore della plancia e quella posteriore dei sedili: l’aspetto, pur richiamando quello della Mazda3, è semplicissimo, con una grande ala a formare la plancia, elementi circolari alle estremità e nei comandi del tunnel centrale sopra il cambio, e lo schermo multimediale con funzionalità MZD Connect che sporge al centro, in alto. L’impressione generale è di sportività, con l’eliminazione del superfluo, che giova anche all’eleganza dell’insieme. Tra i motori, dovrebbe debuttare il nuovo motore diesel Skyactiv-D 1.5 da 105 CV, dalle emissioni inferiori a 90 g/km, complice il peso che dovrebbe essere inferiore ai 1.000 kg.

I Commenti sono chiusi

Virtual Car
Automobili e Fantasia
CATEGORIE
ARCHIVI

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Più informazioni

Il settaggio dei cookie per questo sito web è impostato su "permetti Cookies" per permetterti la miglior esperienza possibile di navigazione, Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare il settaggio dei cookie o premendo "Accetto" potrai proseguire la navigazione senza limitazioni. The Cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close