Maggiolino Show a Cecina: 25 anni festeggiati con un talent

DSC06377_550

A Marina di Cecina (Livorno), nell’area del Parco Espositivo “I Pini”, è andata in scena la 18ma Edizione del Maggiolino Show, a 25 anni dal primo evento, nato nel 1991 per volontà di Salvatore Sangiorgi e del sindaco di allora, Paolo Pacini, e oggi punto di riferimento degli eventi che riuniscono in Italia gli appassionati del Maggiolino e dei suoi derivati. Dal 2004,l’incarico organizzativo e direttivo del Maggiolino Show è stato assegnato a Marzio Cavazzuti, Presidente del Club Volkswagen Italia.

Assieme al Club Volkswagen Italia, affiliato AAVS (Associazione Amatori Veicoli Storici), Il Maggiolino Show 2016 è stato supportato dal Maggiolino Club Italia, e patrocinato dal Comune di Cecina, con il sostegno del nuovo sindaco Samuele Lippi, dall’Associazione “Targa Cecina” e dall’ACI di Livorno.

Tantissimi i modelli presenti, compresi i T2 e T3 in versione camper Westfalia tra i quali un T3 in versione Joker, all’epoca al vertice del confort. I partecipanti hanno potuto contare su pizzeria, drink e dolci, e un’apposita area giochi, ma ovviamente ampio spazio è stato dato alla parte motoristica, a cominciare dalle Mostra Scambio di ricambi, accessori, modellismo, automobilia e letteratura sul Maggiolino.

Tra le particolarità del raduno, l’arrivo della bisarca della Dei Kafer Service, con il suo carico di mezzi storici, oppure il coinvolgimento degli studenti delle scuole medie, che in un’apposita area hanno presentato i loro lavori dedicati ad Herbie ed a tutti i Maggiolino. Anche la Polizia Stradale, che si è occupata della scorta delle vetture dei partecipanti, ha allestito un proprio stand per mostrare le nuove tecnologie di supporto per la sicurezza stradale. L’accordo con le Poste ha permesso di ottenere un servizio di affrancatura celebrativa, con l’esposizione, davanti allo stand di Posta Italiane, di due Maggiolini, dalla collezione del Presidente del Maggiolino Club Italia, Camillo Croci: una versione della Polizia di Stato Tedesca e quella del Servizio Postale Svizzero.

L’organizzazione ha consentito la raccolta di ben 250 veicoli partecipanti. Il Trofeo AAVS per la vettura più datata è stato assegnato a un due vetrini trasformabile del 1951, e privo di servofreno, arrivato via strada dalla Svizzera. Sempre apprezzate le versioni 6 Volt degli anni ’60, dove quest’anno hanno fatto da attrazione le versioni “Herbie”, premiate da Targa Cecina; apprezzate le versioni commerciali, come il Typ 2 Combi del 1961 con famiglia al seguito, premiata con una confezione esclusiva della Lego con Typ 2 da montare, offerta da T1 Specialist. Presenti anche il Samba 23 vetrini, o versioni speciali come il Maggiolino “Campione del Mondo” azzurro metallizzato, prodotto da febbraio a luglio ’72 in circa 6000 esemplari, e premiato dall’Associazione Targa Cecina. Altro premio alla Dune Buggy Automirage, vettura interamente restaurata che partecipava per la prima volta ad un Raduno. Tante le Typ 3 in versione berlina, variant ed anche pick up, oltre alle rare Karmann Ghia Coupè e alla MP Lafer, roadster “all’inglese” su telaistica e meccanica Maggiolino.

Il raduno si è svolto nelle giornate di sabato 14 e domenica 15 maggio 2016. Nel primo pomeriggio di sabato 14 si sono svolte le prove dell’Herbie Talent Show, con la ricostruzione del set cinematografico di Herbie Love Bug, il primo film del 1968 prodotto dalla Walt Disney ed avente come protagonista il Maggiolino (Herbie): sono state replicate quattro scene tratte dal film, iniziando con lo svolgimento delle prove.

Quindi, tutti in auto ad invadere, pacificamente, il centro di Cecina, con la realizzazione in scala 2:1 del monumento ad Herbie, realizzato dai mastri di Targa Cecina. Dopo la sfilata sul rinnovato lungomare di Cecina Mare, si è svolta la Cena di Gala, e quindi le quattro scene dell’Herbie Talent Show sono state finalmente proposte, con la vittoria di Gilles Antonelli, tra l’altro proprietario dell’Herbie in scena, dotato di effetti speciali. In chiusura di serata, brindisi e taglio della torta, con ospiti d’onore Giovanna D’Addese, madrina della Targa Cecina, accompagnata dall’alfiere della Targa Cecina Lorenzo Corsi.

Domenica mattina, l’accoglienza degli equipaggi che non avevano potuto arrivare sabato, e qualche acquisto alla Mostra scambio; quindi, partenza per Castagneto Carducci con la tradizionale parata e sosta a Bolgheri sul Viale dei Cipressi; poi lo spostamento a Marina di Castagneto sul lungo mare di Marina di Donoratico per l’aperitivo, e il percorso lungo l’entroterra della Costa degli Etruschi, tra filari di viti e piante di olivi, viali alberati e paesaggi collinari.

Infine, il rientro al Parco Espositivo “I Pini”, e, dopo la pausa pranzo, le premiazioni di rito, tra cui il Club delle Coccinelle dalla Svizzera, cui sono stati assegnati coppa e gagliardetto di Cecina come club estero che ha partecipato con il maggior numero di veicoli

> Carlo Carugati, capo ufficio stampa Club Volkswagen Italia

I Commenti sono chiusi

Virtual Car
Automobili e Fantasia
CATEGORIE
ARCHIVI

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Più informazioni

Il settaggio dei cookie per questo sito web è impostato su "permetti Cookies" per permetterti la miglior esperienza possibile di navigazione, Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare il settaggio dei cookie o premendo "Accetto" potrai proseguire la navigazione senza limitazioni. The Cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close