Lo stand Ferrari al Salone di Parigi 2016

ferrari_parigi_2016_550

Se la Renault Trezor concept è stata una delle attrazioni del design fantasioso, ma con legami con le future auto di serie, dell’ultimo Salone di Parigi (1-16 ottobre 2016), non possiamo dimenticare uno degli stand dalla maggiore attrattiva di tutto il Salone: Ferrari non si è limitata a presentare la già esclusiva produzione di serie, ma ha portato le recentissime GTC4 Lusso e LaFerrari Aperta in anteprima, come puree i modelli per il 70° anniversario del marchio nel 2017, tutti opera del Centro Design Ferrari guidato da Flavio Manzoni.

Abbiamo già avuto modo di descrivere le due novità. LaFerrari Aperta è la naturale evoluzione della coupé, modello al vertice della produzione Ferrari di serie: la sua linea si è evoluta naturalmente nella versione scoperta, anche se ogni particolare è stato variato per garantire le stesse prestazioni del modello chiuso. La GTC4 Lusso è invece la naturale evoluzione della precedente FF, con una dose di sportività in più, realizzata giocando in modo attento sui dettagli senza rinunce in termini di funzionalità, e con un nuovo abitacolo con plancia bi-zona a doppio schermo, e la risistemazione degli elementi, che vengono ulteriormente ottimizzati.

La novità che ha dato ancora più colore allo stand è stata la presentazione di alcuni dei 350 esemplari realizzati da Ferrari Tailor Made, per festeggiare i 70 anni Ferrari. Le livree disponibili sono ovviamente 70, ma quel che conta è l’ispirazione: colori e forme moderne che rievocano modelli del passato, particolarmente rappresentativi nello sport o nell’immaginario comune. Ecco dunque la Ferrari California T “The Steve McQueen”, che prende spunto dalla Ferrari 250 GT Lusso marrone scuro con interni cammello dell’attore americano, oppure la Ferrari 488 Spider “The Green Jewel”, che riprende il colore verde della Ferrari 365 P2 del team David Piper Racing. Omaggio alla Ferrari 250 SWB vincitrice del Tourist Trophy del 1961 con Stirling Moss è la Ferrari F12berlinetta “The Stirling”, in tinta blu con la tipica striscia bianca, mentre la Ferrari 488 GTB “The Schumacher” è una dedica a Michael Schumacher e alla sua rossa Ferrari F2003-GA, il cui nome a sua volta era una dedica a Gianni Agnelli. Tanti colori e finiture esclusive, per preannunciare la festa del prossimo anno, che prevede un tour mondiale in 60 paesi, e chiusura a Maranello con tante glorie del passato e le più recenti novità.

Lo stand Ferrari al Salone di Parigi 2016

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Più informazioni

Il settaggio dei cookie per questo sito web è impostato su "permetti Cookies" per permetterti la miglior esperienza possibile di navigazione, Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare il settaggio dei cookie o premendo "Accetto" potrai proseguire la navigazione senza limitazioni. The Cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close