Jaguar XE, la nuova berlina media con stile all’inglese

jaguar-xe-s_520

Al prossimo Salone di Parigi (4-19 ottobre 2014), Jaguar propone un’importante novità: la Jaguar XE è una berlina media di categoria premium e impostazione sportiva, per fare concorrenza a blasonate tedesche, come BMW Serie 3 e Mercedes-Benz Classe C. L’intenzione, però, è di dire qualcosa di nuovo nella categoria: la casa inglese, di proprietà indiana, ha scelto un design molto caratterizzato, opera di Ian Callum, e una metodologia costruttiva che fa ampio uso di alluminio.

Il design della Jaguar XE evolve quanto visto sulle più recenti vetture della casa, ma in particolare prende spunto dalla F-Type Coupé, modello lodato e premiato per il suo design al tempo stesso semplice, aerodinamico, funzionale e tipicamente “british”. Questo tipo di design in una berlina a quattro porte (4.672 x 1.850 mm x 1.416 mm, con passo di 2.835 mm) si traduce in un aspetto complessivo di vettura non troppo larga e dal tetto basso e rastremato, che aiuta l’aerodinamica: il Cx è di 0,26, ottenuto dopo numerose prove di calcolo. Tra gli altri elementi caratterizzanti si trova la finestratura ad arco con “gomito” posteriore, la linea di cintura alta, la fiancata pulitissima e lo sbalzo anteriore molto ridotto, che insieme al montante anteriore piuttosto arretrato contribuisce ad allungare visivamente il cofano, come nelle storiche E-Type. Il frontale propone la tipica calandra a rettangolo arrotondato delle più recenti Jaguar, con i fari sottili e le prese d’aria inferiori in forte evidenza, mentre in coda spiccano luci orizzontali, sottili e avvolgenti, che affiancano l’incavo del vano targa, con l’estrattore inferiore nero che ospita i doppi scarichi. Sportività, eleganza e sensazione di leggerezza, senza eccessi, secondo una scuola di design sportivo molto inglese.

Anche l’interno si muove nel segno della semplicità e della funzionalità. Il rivestimento delle porte, alla base dei finestrini, prosegue sotto il parabrezza, avvolgendo l’intera zona della plancia; in evidenza pochi elementi, come gli strumenti circolari, il volante multifunzione a tre razze e la console centrale, che ospita lo schermo multimediale e altri comandi, e che prosegue nell’ampio tunnel; qui, nelle versioni con il cambio automatico a 8 marce, si trova il classico comando con rotella a scomparsa. Largo l’impiego di tessuti tecnici, pelle con cuciture a contrasto, inserti in legno o in nero lucido; ben 10 le possibilità di colorazione dell’illuminazione interna.

Tra le caratteristiche tecniche, la leggera monoscocca in alluminio per il nuovo pianale modulare, gli inediti motori diesel Ingenium 2.0 litri da 163 CV con bassi consumi (3,8 l/100 km), i 2 litri a benzina sovralimentati e la potente versione sportiva S 3.0 V6 sovralimentata da 340 CV. Le sospensioni anteriori sono a doppio braccio oscillante, quelle posteriori Integral Link. In vendita in Italia dal mese di giugno 2015, al prezzo base di 37.750 euro.

I Commenti sono chiusi

Virtual Car
Automobili e Fantasia
CATEGORIE
ARCHIVI

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Più informazioni

Il settaggio dei cookie per questo sito web è impostato su "permetti Cookies" per permetterti la miglior esperienza possibile di navigazione, Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare il settaggio dei cookie o premendo "Accetto" potrai proseguire la navigazione senza limitazioni. The Cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close