Il Museo Alfa Romeo a Expo 2015: in mostra il raro prototipo “Gruppo C”

Prototipo Alfa Romeo Expo 2015 520

A partire da oggi, martedì 11 agosto, “La macchina del tempo – Museo storico Alfa Romeo” è presente a Expo 2015 a Milano, distante pochi chilometri dal museo, nello spazio istituzionale Pianeta Lombardia. I visitatori potranno vedere da vicino una delle rare vetture della collezione storica, il prototipo da competizione Alfa Romeo SE048SP.

Con il nome di Alfa Romeo SE048SP viene individuata una vettura da corsa realizzata alla fine degli anni Ottanta per il Campionato del Mondo Sport Prototipi nella categoria Gruppo C; il motore era l’Alfa Romeo V1035, che veniva allora utilizzato sia per la F1 sia per l’esuberante 164 ProCar, nata per un campionato mai realizzato.
Fiat tentava di rientrare nelle competizioni in tutte le categorie, come rally, Formula Indy e mondiale Sport Prototipi, e la FIA puntava a rilanciare la categoria Prototipi come alternativa alla Formula 1. Il programma Alfa Romeo SP proponeva una nuova Gruppo C realizzata con una collaborazione Alfa Romeo-Abarth, con i due team che si sarebbero occupati rispettivamente dello sviluppo del motore e della progettazione di telaio e trasmissione. Il motore, progettato da Pino D’Agostino, era un inedito V10 a 72° e 3.500 cc, con cinque valvole per cilindro, in grado di erogare 620 CV a 13.300 giri/min con una coppia di 39 kgm a 9.500 giri/min: la progettazione del telaio venne invece affidata a Giuseppe Petrotta e Ignazio Lunetta, con aerodinamica curata da Giorgio Camaschella. La soluzione scelta fu un allora modernissimo telaio monoscocca in fibra di carbonio realizzato da Monfrini, con trazione posteriore. Molto accurato fu lo studio aerodinamico, effettuato dapprima con modelli in scala nella galleria del vento, quindi con un modello in materiale plastico alla galleria del Centro Ricerche Fiat di Orbassano. Il fondo era stato realizzato in unico pezzo per evitare giunture e disponeva di quattro canali per l’effetto suolo: i dati matematici e le prove in galleria del vento rivelavano grandi potenzialità, e valori aerodinamici superiori a quelle delle monoposto F1.
Più tardi, per una miglior sinergia all’interno del Gruppo Fiat, si optò invece per lo sviluppo di un solo motore 3.5 litri, il V12 Ferrari di F1, opportunamente adattato al nascente regolamento Gruppo C, mentre la monoscocca venne modificata per accogliere il nuovo propulsore: la vettura è oggi esposta con questa configurazione.
Nel settembre 1990 il programma fu definitivamente sospeso, in seguito alla decisione FIA di rinunciare all’investimento Sport Prototipi. L’unico prototipo realizzato, con diversi organi meccanici ancora allo stadio di manichino, fa parte della collezione storica Alfa Romeo, così come il motore V10 che avrebbe dovuto equipaggiarlo.

Il Museo si presenterà ai visitatori dell’Esposizione Universale con una speciale promozione valida fino al 31 ottobre: l’ingresso a prezzo ridotto, al costo di 8 euro anziché 12 euro, presentando il biglietto di Expo 2015.

Il Museo Alfa Romeo a Expo 2015: in mostra il raro prototipo “Gruppo C”
Tagged on:                             

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Più informazioni

Il settaggio dei cookie per questo sito web è impostato su "permetti Cookies" per permetterti la miglior esperienza possibile di navigazione, Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare il settaggio dei cookie o premendo "Accetto" potrai proseguire la navigazione senza limitazioni. The Cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close