Il Biturbo Club Italia visita il Museo Fisogni

Meta interessante per l’incontro di fine estate del Biturbo Club Italia, che ha fatto tappa al Museo Fisogni di Tradate, in provincia di Varese, considerato il museo più completo al mondo dedicato al settore della distribuzione del carburante.

Nonostante le previsioni di tempo avverso, si sono riuniti una quindicina di equipaggi, con vetture quali Maserati Biturbo prima serie, anche in versione spider Zagato, SI Black, Spyder I 18v, Racing, Ghibli GT, 3200 GT. Presente anche una rara Quattroporte IV 2.800 automatica ed una Quattroporte V duo select.

Molta curiosità ed attenzione ha suscitato la visita guidata dal creatore e curatore del Museo, Guido Fisogni, che grazie a questa passione, nata nel 1966 in contemporanea alla sua attività professionale nel settore petrolifero, ha ricercato, trovato, restaurato e catalogato più di 5000 oggetti tra pompe di benzina, targhe, grafiche, latte d’olio, oliatori, aerometri, compressori, estintori e un incredibile numero di cartoline d’epoca e gadgets, ognuno raffigurante un logo di una società petrolifera dall’inizio del secolo scorso. Tra le targhe non potevano mancare le pubblicità di batterie e candele Maserati. Qualcuno con i capelli più grigi ha anche rivisto la stazione di servizio, in scala 1:43 con la quale giocava da piccolo.

Tra le notizie e le curiosità, il ruolo di pionieri degli americani per i dispositivi di distribuzione, ma la vendita iniziale in Italia del carburante in farmacie e drogherie; oppure le differenze estetiche delle “colonnine” anche in base a situazioni e regimi politici.

Le Maserati si sono poi spostate verso Gornate Olona, per raggiungere “Il Ristorantino” curato dal rinomato chef Luca Gordon Faccioli. Il prossimo evento previsto sarà il pranzo degli auguri del 3 dicembre 2017.

> Carlo Carugati, www.biturboclubitalia.it