Il 9° Meeting internazionale Opel storiche a Fontanellato

Si è svolto lo scorso 3 giugno 2017 il 9° Meeting internazionale Opel storiche a Fontanellato (Parma), organizzato dall’Opel Manta Fans Italy / Opel Fans Italy, patrocinato dal  Comune di Fontanellato (PR) e dall’A.A.V.S. Associazione Amatori Veicoli Storici.

L’antico Borgo della Bassa Parmense ha messo a disposizione tutte le aree che circondano la bellissima Rocca Sanvitale, per ospitare un centinaio di vetture provenienti da Italia, Svizzera, Germania e Slovenia. Grazie alla disponibilità di spazio, quest’anno si è potuta anche svolgere la prima mostra scambio di ricambi per Opel Storiche, evento unico in Italia, grazie alla presenza di un ricambista tedesco ed alcuni collezionisti italiani.

Tutti gli iscritti hanno ricevuto un bonus di benvenuto, costituito da un’opera d’arte raffigurante il logo Opel degli anni ‘60, fatto realizzare dal Presidente Luciano Checcanin appositamente per questo evento, ed una bottiglia di Lambrusco. Tra le vetture partecipanti quest’anno si è riusciti a scendere fino al 1951 con la più vecchia Opel presente, una ben preparata Olympia, proveniente dalla collezione dell’appasionato Mitja V. di Celje Slovenia, alla quale si è poi affiancata una ottima Olympia Rekord del 1955 proveniente da Forli e la sorella del 1956 dalla provincia di Venezia. Andando sulle ammiraglie, due prestigiose Kapitaen del 1958 e 1962 provenienti da Roma e Trento, e una Rekord P2 coupè del 1963. Dal lato opposto due vetture simbolo del nuovo corso Opel degli anni ’60 la Kadett A, con due splendidi esemplari del 1964, la Lusso e la Caravan che all’epoca non era ancora la station wagon da famiglia ma la vettura per i laboriosì artigiani, anche se la pubblicità la proponeva dicendo: «molti usi, molti svaghi». A seguire le Kadett B con una prima serie due porte lusso e degne di nota due coupé la Rally 1100 del 1968 e la LS coupè del 1971. La fine del boom economico era ben rappresentato da una Rekord C 1700 lusso 4 porte e da una Commodore A GS Coupé; da non trascurare la versione Rekord C Caravan che ha fatto superbamente da supporto logistico all’organizzazione. Le Opel GT, la “Corvette” europea, erano parcheggiate al fianco della parrocchiale di Santa Croce; tra queste quella di Michele da Matera, vincitore di uno dei tre premi per le auto che provenivano da molto lontano. Naturalmente presenti numerose Manta A nei vari allestimenti ed alcune Ascona A anche in versione SR 2 e 4 porte, con il caratteristico tetto in vinile, mentre le Kadett C erano rappresentate dalle prime 2 porte STD del 1974 tra le quali quella di Gianni proveniente da Taranto, anche lui premiato per la distanza percorsa, passando per una Lusso coupé verde acido, l’Aero, modello esclusivo della Carrozzeria Baur, per finire con una delle ultime “Berlina” del maggio 1979. Molte anche le Manta B tra le quali menzioniamo una lusso 1600 rosso inglese, arrivata dalla Svizzera con l’Opel Club Hoffelden, con interno in panno beige e tetto rivestito in vinile; inoltre una CC 16 75 cv bianca proveniente da Rimini. Presenti anche una Rekord D standard 4 porte del 1977, una Rekord E 2.0 S “Berlina” verde smeraldo e per la prima volta un commerciale, una Rekord Delivery van 2300 diesel. Infine, due Monza B provenienti dall’estero tra le quali quella di Klaus proveniente dal sud della Spagna.

Nell’adiacente Piazza Garibaldi gli appassionati delle Corse, potevano ammirare una delle ultime Kadett C GT/E Conrero del 1979 nel suo originale giallo e bianco, e le Manta B GT/E e GSJ dei piloti ed Opel Fans, Paolo Caccialanza, Fabio Moscato, Roberto Marata e Sergio Biancolli, autore tra l’altro del libro “Kadett, Ascona e Manta I rally per tutti”. Special guest la Kadett GSI 16V della pilota Micky Martinelli, vettura che ha anch’essa riscosso molti successi competitivi nei rally storici, e la Corsa A SR del 1984 del pilota Claudio Bergamini.

Francesca Pasetti, conosciuta anche come “Lady Fulvia” ha presentato il libro “Il Lato B dei miei Rally”, scritto a quattro mani con il Campione di rally Rudy Roberto dal Pozzo; simpatico e gradito il gioco “Trova il logo” che ha visto impegnati i partecipanti per più di quattro ore, al fine di scoprire quanti erano i loghi “Opel Fans Italy” nascosti sulle vetture presenti.

Alle 16.30 si sono tenute le attese premiazioni, e il Presidente Luciano Checcanin ha ringraziato l’Amministrazione Comunale, donando al Sindaco una targa ricordo. Tra le 18 importanti coppe spiccavano le tre dell’ A.A.V.S. attribuite all’Olympia del 1951 ed alla Rekord Olympia del 1955; Best of Show alla Commodore A GS del 1971 che inoltre è stata la vettura che ha percorso più km per partecipare all’evento, 1170. Prossimo appuntamento fra due anni, nel 2019.

> Carlo Carugati, Opel Fans Italy

Il 9° Meeting internazionale Opel storiche a Fontanellato
Tagged on:     

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Più informazioni

Il settaggio dei cookie per questo sito web è impostato su "permetti Cookies" per permetterti la miglior esperienza possibile di navigazione, Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare il settaggio dei cookie o premendo "Accetto" potrai proseguire la navigazione senza limitazioni. The Cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close