IAAD Torino: presentazione nuovo corso in “Design della mobilità sostenibile e dei mezzi di trasporto” e mostra dei progetti di tesi realizzati con Renault e Yamaha

iaad_torino_renault_presentazione

Lo scorso 9 novembre 2009, presso la Sala delle Colonne del Comune di Torino, si è svolta la conferenza stampa di presentazione del nuovo Corso di Diploma Accademico di 1° livello in “Design della mobilità sostenibile e dei mezzi di trasporto”, attuato da L’Istituto di Arte Applicata e Design di Torino (IAAD) in collaborazione con l’Istituto Superiore per le Industrie Artistiche (ISIA) di Firenze. Al termine della conferenza è stato possibile visitare la mostra dei progetti di tesi del Bachelor IAAD in “Trasportation Design” a.a. 2008-2009, realizzati in collaborazione con Renault e Yamaha.

Il Corso “Design della mobilità sostenibile e dei mezzi di trasporto” è il primo in Italia ad affrontare tale specifico argomento, è di durata triennale a partire dall’anno accademico 2010-2011 ed è equipollente alla laurea di 1° livello. Verrà affrontato in modo sistematico lo studio di soluzioni per migliorare la mobilità nella società contemporanea (automobili, scooter, navi, aerei, treni, ecc), con particolare attenzione alla sostenibilità ambientale; gli allievi saranno in grado di proporre soluzioni innovative e di interpretare con consapevolezza gli aspetti socio-culturali ed economici del mercato di riferimento. La sperimentazione sarà adottata come strumento metodologico, con continue fasi di interazione tra aspetti teorici e pratici.

L’ammissione al corso prevede il superamento di una prova d’ammissione e il possesso di un diploma di scuola secondaria o di altro titolo di studio equivalente e idoneo conseguito all’estero. Il corso di studi, dopo il conseguimento di 180 crediti accademici (CFA), si conclude con la discussione della tesi e il rilascio del Diploma Accademico di 1° livello di Design della mobilità sostenibile e dei mezzi di trasporto. Ulteriori informazioni possono essere richieste all’indirizzo info [at] iaad.it.

La presentazione del corso è stata occasione per mostrare al pubblico, in un’apposita mostra allestita presso Piazza Palazzo di Città a Torino, i progetti di tesi del bachelor di Transportation Design per l’anno accademico 2008/2009, realizzati con le aziende partner Renault e Yamaha. I temi proposti riguardavano il futuro dell’industria dei trasporti.

Il progetto “Renault 2020 – reaction and evolution in the transporting market and in the mobility system after the crisis” «è partito dall’analisi dell’attuale crisi economica mondiale attraverso le tappe storiche delle precedenti crisi (1929, anni ’70, anni ’90) e le soluzioni adottate per risolverle. A ciò si è aggiunta un’analisi dei cambiamenti sociali (tendenze, moda, cultura ecc.) che hanno accompagnato sia i periodi di depressione sia quelli di benessere in Europa. A questa fase è seguita quella di progettazione vera e propria durante la quale è stato chiesto agli studenti di ipotizzare uno scenario post crisi e quindi progettare un mezzo di trasporto per il 2020. Le caratteristiche di questo nuovo veicolo, secondo le richieste di Renault, dovevano rispondere all’evoluzione dei trasporti in funzione delle problematiche di circolazione cittadina e di collegamento fra centro e periferie, attraverso soluzioni concettuali, funzionali, tecnologiche e stilistiche che insieme facessero fronte alle esigenze di uno scenario futuro.»
– Credits Renault: Luciano Bove – Design Research Unit Renault Responsible
– Credits IAAD: Carlos Sanchez – Transportation design Dept. Co-ordinator, “Exterior design” professor; Edwin Osorio – “Interior design” professor; Luca Ribotta – “3D design” professor; Erminia Di Giampietro – “3D design” professor
– Realizzazione modelli in scala 1:4: Landra, Almese (Torino)

Il progetto “Yamaha next scooter icon – new expression for new generation scooter” «ha avuto come obiettivo quello di offrire un maggior valore emozionale e funzionale all’utente finale, lavorando su nuovi concept dell’icona scooter, senza proporre necessariamente nuove tecnologie o nuove architetture. Il risultato mirava a confrontare proposte differenti, espressioni del Kando, termine giapponese che sta ad indicare l’emozione intensa e piacevole che si prova quando ci si trova di fronte a qualcosa di esclusivo, di particolarmente bello e appagante, che va oltre le aspettative. Yamaha Motor R&D Europe, costantemente alla ricerca di nuovi linguaggi del design, è attenta all’innovazione per dare al consumatore nuove combinazioni di concetti, forme, colori e uso dei materiali.»
– Credits Yamaha: Gen Mizutani – Responsabile Scooter Design Center Yamaha Europe; Cristiano Tasca – YME Design division; Naoki Segawa – YME Product Planning Division; Gaia Campolmi – YME Technical Administration Division Manager; Roberto Corbetta e Daniele Brivio – YME Technical Administration Division
– Credits IAAD: Emanuele Bomboi – IAAD “Motorbike & Scooter design” professor; Luca Ribotta – IAAD “3D design” professor; Lorenzo Rosci – IAAD “3D design” professor; Francesco Bertolio – IAAD “3D design” assistant
– Scomposizione e fresatura modelli: Italo Castiglioni Modelleria Meccanica, Olgiate Olona (VA)
– Preparazione vernici: Max77 Design, Giussano (MI)
– Verniciatura e rifinitura modelli: Model Clay, Givoletto (TO)
– Realizzazione dettagli in tessuto: Sartoria Bruna Marcarino, Torino

– Virtual Car, IAAD Torino

IAAD Torino: presentazione nuovo corso in “Design della mobilità sostenibile e dei mezzi di trasporto” e mostra dei progetti di tesi realizzati con Renault e Yamaha
Tagged on:                         

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Più informazioni

Il settaggio dei cookie per questo sito web è impostato su "permetti Cookies" per permetterti la miglior esperienza possibile di navigazione, Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare il settaggio dei cookie o premendo "Accetto" potrai proseguire la navigazione senza limitazioni. The Cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close