Hyundai Vision G Concept Coupé

vision_g_f520

Il design come elemento non esclusivo ma fondamentale per conquistare segmenti di mercato sempre più alti: sembra questa la strada percorsa da Hyundai, ed in particolare Hyundai Motor America, con il prototipo Vision G Concept Coupé, che non a caso non viene esposto in un salone tradizionale, ma al Los Angeles County Museum of Art (LACMA). La concept ha le forme di una grande coupé, ma in realtà serve da ispirazione per la futura gamma di vetture premium di Hyundai, denominata Genesis.

Per disegnare la Vision G concept, Peter Schreyer, responsabile dello stile dell’intero gruppo Hyundai, ha guidato un gruppo di disegnatori nelle varie sedi internazionali, ma guidati dal team statunitense, capitanato da Christopher Chapman. Il punto di partenza, riassunto con il termine “chivalry”, è stato la ricerca di una linea elegante e che esprimesse dinamicità, senza un eccesso di dettagli e soprattutto senza “ostentazione” del lusso.

Si è giocato molto sulle proporzioni, allungando il cofano, con una grande calandra che però è integrata aerodinamicamente con il contesto. Le pieghe sulla fiancata, la linea di cintura alta e i parafanghi larghi sottolineano il dinamismo e la ricerca aerodinamica, mentre il tetto sfuma in un montante fluido ma importante e in un corto terzo volume rastremato.

Tra gli aspetti tecnologici, la grande portiera che si apre da sola all’avvicinarsi del proprietario, mentre all’interno il lusso si esprime con materiali di pregio, ma anche linee e finiture essenziali. Il motore è un’elaborazione del V8 5 litri da 420 CV della famiglia Tau.