Articoli del 19 febbraio 2014

« Bugatti 12.4 Atlantique concept Grand Sport, di Alan Guerzoni: nuove immagini  -  Virtual Car long test drive: Citroën DS3 Cabrio L’Uomo Vogue Limited Edition »


Hyundai PassoCorto concept, la novità IED per Ginevra 2014

di Sergio Chierici alle 19:59

1.PassoCorto_f520

Il decimo modello in scala reale realizzato dall’Istituto Europeo di Design (IED) di Torino si chiama PassoCorto, un nome tecnico voluto proprio nella forma in italiano dallo Hyundai Design Center Europe come omaggio al design made in Italy che si studia allo IED. Debutterà al prossimo Salone di Ginevra il prossimo martedì 4 marzo 2014 (stand n. 5041 hall 5).

La concept PassoCorto è una due posti realizzata dagli allievi del Master in Transportation Design – work experience – a.a. ‘12/13 in collaborazione con lo Hyundai Design Center Europe. Il brief di progettazione affidato da Hyundai allo IED è un target di giovani nati tra gli anni ottanta e i primi anni duemila, la cosiddetta generazione Y. E’ anche la generazione degli allievi del Master, e rappresenta anche l’auto dei loro sogni.

Questa la descrizione ufficiale del progetto:
«PassoCorto (lunghezza 4.100 mm – larghezza 1.880 mm – altezza 1.160 mm – passo 2.450 mm) dove già il nome esprime tutto il carattere dell’auto richiamandone la compattezza e la leggerezza, è una sportiva a due posti con motore posteriore-centrale. Gli interni sono studiati per avere due cockpit dalla strumentazione integrata ben divisi per passeggero e pilota; la seduta è otticamente collegata alla plancia e lo schienale è ricavato direttamente da apposite nicchie nel telaio. Il modello è pensato per avere un telaio monoscocca in fibra di carbonio, garantendo così massima leggerezza alla vettura (il target di peso è di 840 kg), su strada sarebbe spinta da un 4 cilindri in linea bi-turbo (1600 cc) da 270 CV. In generale le linee della concept sono dettate dai passaruota, che simulano delle chele di granchio e avvolgono il volume centrale molto affusolato del cofano e della cabina. Il frontale ed il posteriore sono completati con elementi aerodinamici importanti, mentre il tetto ha un’impostazione grafica che integra le prese aria motore ed una telecamera funge da specchio retrovisore e registra video in alta risoluzione da condividere con gli amici sul web. Gli scarichi, che escono nella parte alta dell’auto, consentono un posteriore “pulito” e sono un elemento caratterizzante per il design dell’intera vettura. La livrea brilla di un colore arancione, che rimanda alle tradizioni di auto sportive anni ‘70 che hanno fatto la storia dei grandi carrozzieri italiani.»

Da sottolineare come Hyundai, che ha collaborato attivamente alla realizzazione del progetto, abbia insistito per riproporre metodi tradizionali, dando importanza al disegno manuale e alla modellazione clay: il 3D digitale è stato usato solo ed esclusivamente per lo sviluppo in scala reale del modello scelto.

PassoCorto nasce da sedici studenti del Master coordinati da Luca Borgogno, Lead Designer Pininfarina: tutti gli studenti hanno presentato una loro proposta, e le due che meglio hanno saputo rispondere al brief iniziale sono state selezionate e “fuse” insieme nella versione finale che unisce circa il 70% di una proposta e il 30% di un’altra. La classe intera ha poi creato un core team di lavoro per realizzare un modello ben integrato nelle due versioni finali ed in linea con i concetti espressi dai modellini in scala. Gli studenti infatti hanno poi seguito personalmente tutte le fasi di realizzazione del modello presso Cecomp, che da anni collabora al fianco dell’Istituto Europeo di Design nei processi di prototipazione.

Questi i nomi degli studenti che hanno realizzato PassoCorto:
Idea: Eren Birben (Turchia); Ke Wang (Cina); Marco Gianotti (Italia) e Chaitnaya Nitin Pise (India).
Hanno lavorato al progetto: Varun Awale (India); Giresh Baraya (India); Stefan Bordignon (Brasile); Doosung Jeon (Corea); Tank Harshad (India); Siddharth Prakash (India); Madhavendra Singh (India); Denis Tarelkin (Russia); Arthur Godfrey Mugisha Tumushime (Zimbabwe); Abdul Sater Wafai (Siria); Lei Zhang (Cina); Andrea Zuanni (Italia).
Il Master of Arts in Transportation Design – work experience IED Torino è coordinato da: Luca Borgogno, Lead Designer Pininfarina con la collaborazione di Alberto Filosi; Luca Dazzan; Alessandro Belosio e Matteo Krzanowzky, docenti IED. Il 2014, oltre al decimo modello in scala reale, vede l’Istituto festeggiare anche i 20 anni del Corso di Transportation Design e i 25 di attività sul territorio.

1-passocorto 2-passocorto 3-passocorto_interior

Bookmark and Share



3 commenti »

  1. Nulla di originale dal punto di vista stilistico, si tratta di un semplice mix di idee prese da differenti concept car in circolazione. Un concept privo di identità.

    Commento di Luca — 20 febbraio 2014 @ 01:47

  2. Sembra una concept Toyota già vista…

    Commento di Michael — 20 febbraio 2014 @ 21:11

  3. Ho trovato il progetto eccezionale, una concept car che meglio identifica i desideri dei giovani di oggi e che il connubio auto e social network è una trovata geniale.

    Commento di Gilberto — 9 marzo 2014 @ 10:54

RSS feed dei commenti a questo articolo. | TrackBack URI

Lascia un commento



« Bugatti 12.4 Atlantique concept Grand Sport, di Alan Guerzoni: nuove immagini  -  Virtual Car long test drive: Citroën DS3 Cabrio L’Uomo Vogue Limited Edition »



VirtualCar.it   Google






Pagine


  • Iniziative

  • Servizi e utilità

  • Siti amici


  • Archivi:


    Meta

    RSS
    RSS dei commenti
    RSS English
    RSS FeedBurner


    Ultimi commenti:



    Argomenti Popolari:



    Virtualcar.it: Copyright © 2004-2014 ArtisImago - Alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons
    Content manager: ArtisImago P.I. 01036100111