Ferrari Top Design School Challenge: vincono le concept Manifesto, FL e de Esfera

160024-car-Ferrari-concorso-design-giuria 520

L’iniziativa Ferrari Top Design School Challenge è giunta al termine, e sono stati scelti i tre progetti vincitori, che si chiamano Manifesto, FL e de Esfera. La terza edizione del concorso, dopo quelle del 2005 e del 2011, ha visto la partecipazione di quattro note scuole di design, per un totale di 12 progetti, e uno scopo ambizioso: immaginare la Ferrari del 2040.

La scelta di una Ferrari per il futuro non poteva non coinvolgere persone legate al mondo del Cavallino per più di un motivo: da qui la scelta di una giuria “estesa” non solo a designer ed ingegneri, ma anche a piloti e collezionisti famosi. Questi i nomi: Nicola Boari, Franco Cimatti, Aldo Colonnetti, Rodolfo Gaffino Rossi, Jay Kay, Flavio Manzoni, Nick Mason, Andrea Militello, Paolo Pininfarina e Sebastian Vettel.
Pur essendo piuttosto eterogenea, la giuria ha espresso un parere quasi unanime, assegnando il Gran Premio Assoluto a sei studenti del francese ISD-Rubika di Valenciennes: i francesi Michael Barthly, Grimaud Gervex, Jean Baptiste Epinat, e i belgi Michael Kalyvianakis, Stanislas Oleksiak, William Stock.

La scelta di Manifesto è motivata con queste parole: «per la completezza del lavoro svolto e la capacità da parte degli studenti di avere una visione completa della vettura tra esterno, interno e meccanica. L’apertura scenografica delle porte contribuisce a mettere in evidenza l’evoluzione della disposizione delle funzioni degli interni grazie alle nuovo tecnologie future e futuribili. L’esterno è caratterizzato da una forte riconoscibilità nonostante la messa in discussione di certi schemi canonici.»

La giuria ha però voluto premiare il russo Roman Egorov, allievo della Hochschule Pforzheim (Germania), con una menzione speciale per il progetto FL, l’unico focalizzato solo sugli interni della Ferrari del futuro: «lo studente è riuscito a caratterizzare con un linguaggio non convenzionale l’interno di una Ferrari integrando e ripensando l’interfaccia uomo/macchina. L’accostamento di materiale da un aspetto nobile e lussuoso al interno senza ricorrere al odierno carbonio/pelle dimostrando la capacità nello studente di saper guardare oltre le convenzioni.»

I secondi vincitori “ufficiali”, che si sono aggiudicati il Premio Speciale attraverso la votazione degli utenti di Facebook, sono stati i coreani Chae wook Lee, Ha kyoung Yeom e Woo jin Jung della Hongik University di Seul, con il modello de Esfera.

Osservando le Ferrari premiate, la giuria sembra aver privilegiato un progetto che, oltre a richiamare indirettamente il linguaggio storico Ferrari (dall’impianto generale della Modulo ai parafanghi delle Dino), mostra un linguaggio forte e soprattutto futuribile, con l’aerodinamica e i flussi d’aria inseriti nel contesto generale in modo innovativo e a volte quasi provocatorio (come la coda “svuotata” e praticamente dominata dal solo scarico centrale), ma senza perdere l’aspetto scultoreo e l’unità dell’insieme. La Manifesto potrebbe effettivamente essere la Ferrari per il 2040, mentre la de Espera, che ha un design particolarmente gradevole, è un po’ l’evoluzione diretta dell’attuale “LaFerrari”: meno orientata al futuro, ma premiata dal pubblico, che ha subito saputo comprenderne il linguaggio in modo immediato.

I Commenti sono chiusi

Virtual Car
Automobili e Fantasia
CATEGORIE
ARCHIVI

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Più informazioni

Il settaggio dei cookie per questo sito web è impostato su "permetti Cookies" per permetterti la miglior esperienza possibile di navigazione, Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare il settaggio dei cookie o premendo "Accetto" potrai proseguire la navigazione senza limitazioni. The Cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close