Ferrari 812 Superfast, dal Centro Stile la nuova V12 da 800 CV

Ferrari aggiorna la sua coupé alto di gamma a 12 cilindri con la nuova 812 Superfast, pronta a debuttare al Salone di Ginevra 2017. Disegnata dal Centro Stile Ferrari diretto da Flavio Manzoni, sostituisce la precedente V12 a motore anteriore, la F12 Berlinetta, e promette prestazioni ancora superiori, con un’estetica totalmente rinnovata.

La prima cosa che salta all’occhio è come un modello nato nel Centro Stile di Maranello, forse più ancora della FF, si evolva già alla seconda generazione: un passo avanti nel segno della continuità, e un primo esempio della direzione che verrà presa dalle Ferrari del futuro. Un rapido confronto permette di capire le principali differenze.

Innanzi tutto, l’impianto generale della 812 Superfast sembra accogliere le principali idee aerodinamiche della F12, ma con un’ancora maggiore pulizia formale, in un contesto genericamente più morbido: le linee appaiono addolcite, pur riproponendo i concetti di base, l’integrazione nel corpo vettura degli elementi aerodinamici appare ancora più ricercata, e la parte posteriore, in realtà con pochi tratti, si trasforma decisamente in una soluzione fastback a coda alta e tronca, e anche apparentemente più corta. Il tutto sottolineato da una particolare tonalità di rosso, nato appositamente per celebrare i 70 anni di Ferrari, e da una serie di citazioni: ad esempio, la 250 GTO, la 365 GTB4 Daytona, e se vogliamo anche la Superfast storica, dalla coda allungata.

Il frontale mantiene più o meno l’impianto del cofano precedente, lungo a sufficienza per ospitare il V12, e con la parte centrale sollevata, ma privo dello sfogo d’aria, qui diversamente distribuito. I fari rispecchiano quallo classico di Ferrari, ma con una forma più semplice, e un nuovo elemento ottico principale, mentre la zona inferiore non si limita a integrare meglio le ali e gli elementi aerodinamici, ma permette di ottenere una sorta di vano scuro che comprende la calandra, ora quasi integrata in un elemento unico dall’aspetto ancora più serioso. La ricerca aerodinamica dei flussi continua anche nella fiancata, nella quale è stata rinnovata la grande piega che procede anche sulla portiera; da notare come le linee generate dal passaggio dell’aria proseguano nelle rimanenti linee di coda, e aiutino a suggerire uno slancio in avanti. Particolare anche il montante posteriore, con un inedito by-pass aerodinamico e con una diversa sporgenza del parafango che accentua ulteriormente il senso di spinta. La coda invece cambia totalmente aspetto: i fari tondi diventano doppi, come nella GTC4Lusso, sormontati da una palpebra che fa da alettone e aiuta ad aumentare il senso di larghezza; la palpebra continua negli elementi laterali in basso, che fungono da ala e generano degli sfoghi, lasciando la zona centrale quasi sospesa. I doppi scarichi circondati da un’ala, e l’estrattore centrale più largo e nel colore della carrozzeria, completano una coda apparentemente più schiacciata a terra.

Il design sottrattivo e sempre più razionale si avverte anche all’interno, con l’evoluzione del volante già visto sempre sulla GTC4Lusso, come pure la concolle “asimmetrica”, la riduzione di pulsanti e prese d’aria ad elementi circolari cromati di stile aeronautico, il raddoppio delle informazioni digitali anche per il passeggero. Naturalmente, con le finiture che si addicono ad una Ferrari, con pelli e cuciture artigianali, personalizzabili in vari modi. In attesa di vederla a Ginevra, qualche numero: il V12 6,5 litri eroga adesso 800 CV e una coppia massima di 718 Nm, è dotata di servosterzo elettrico EPS, di iniezione diretta a 350 bar, e supera i 335 km/h, passando da 0 a 100 km/h in 2,9 secondi, ed ha una serie di opzioni elettroniche, tra cui il Passo Corto Virtuale 2.0 (PCV) per migliorare l’agilità. Al momento è la Ferrari stradale più veloce di sempre.

I Commenti sono chiusi

Virtual Car
Automobili e Fantasia
CATEGORIE
ARCHIVI

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Più informazioni

Il settaggio dei cookie per questo sito web è impostato su "permetti Cookies" per permetterti la miglior esperienza possibile di navigazione, Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare il settaggio dei cookie o premendo "Accetto" potrai proseguire la navigazione senza limitazioni. The Cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close