Detroit 2017: Volkswagen I.D. BUZZ, il Bulli diventa elettrico

Molte delle più recenti novità automobilistiche che stanno per aprire un 2017 decisamente interessante sono proposte di vetture elettriche e a guida autonoma, realizzate dalle principali case internazionali. L’impressione è che le case abbiano aperto i propri cassetti con i progetti futuribili, quasi a voler dire: ora siamo pronti. Volkswagen stupisce con un veicolo, anticipato da qualche giorno con una sibillina dichiarazione, che prende il nome di I.D. BUZZ Concept: di fatto l’ultimissima interpretazione del celebre furgone Volkswagen, il Bulli, che sta per compiere 70 anni.

L’estetica della I.D. BUZZ si muove nel solco del retrodesign più avanzato: le linee ricordano sì quelle dell’antenata, ma le superfici sono aerodinamiche e totalmente raccordate, con la linea che separa le due zone della carrozzeria evidenziata da un elemento luminoso, e i giochi tra le singole parti ridotti al minimo, quasi come a voler creare un volume unico. Al centro, il grande logo Volkswagen, affiancato in alto dei fari sottili, mentre la zona anteriore propone in basso una griglia di celle, nelle quali sono innestati altri LED; semplicissima anche la parte posteriore, sempre con il grande marchio della casa al centro, la targa in basso, i fari orizzontali e (finalmente) sottilissimi grazie ai LED, la superficie quadrata e larghissima, appena mossa dal paraurti e dal lunotto, dell’enorme portellone, e un piccolo spoiler superiore che è anche un omaggio al passato. Dentro, un piccolo salotto variamente configurabile, così come la plancia di nuovissima generazione, che lascia spazio anche alla guida autonoma.

Guardiamo, infatti, i dati tecnici. La I.D. BUZZ è elettrica, con batterie nell’ampio e semplice pianale, che consentono fino a 600 km di autonomia. I due motori, che forniscono un totale di 374 CV, sono collocati in modo da garantire la trazione integrale e uno spazio abitabile fino a 8 posti; il guidatore, grazie a un head-up display a realtà aumentata, ha pieno controllo del traffico, mentre il volante è dotato di un touchpad capacitivo, diventando “drivepad”, con possibilità di controllo di tutte le principali funzioni. In sostanza, l’interno può diventare un vero salotto, con il sedile del guidatore ruotabile di 180° verso la parte posteriore, e con guida totalmente automatizzata; inoltre, grazie ai due bagagliai, il van può facilmente diventare un veicolo da trasporto merci.

Tutto fa pensare ad alcune considerazioni importanti. Sono tanti anni che Volkswagen, che già ha fatto rinascere con alterne fortune il Maggiolino, tenta anche un rilancio del suo furgone più famoso: ci ha provato nel 2001 con la Microbus Concept Car, in qualche modo figlia della prima New Beetle; ha continuato poi con veicoli come l’ET Concept, o la Bulli Concept, figlia delle derivate multispazio della piccola e razionale up! Poi è arrivata la ID Concept a Parigi, primo esempio di vettura per la guida individuale elettrica di grande produzione, dalla linea semplice, originale e funzionale, preludio a una sorta di Golf elettrica del futuro in un’epoca post-dieselgate. La nuova I.D. BUZZ richiama invece un’icona del passato in modo evidente, ed è ancora più avanti nelle soluzioni adottate, che integrano guida elettrica, autonoma e connessa. In qualche modo, è come se l’era della mobilità individuale e “per tutti”, rappresentata dal Maggiolino, passasse in secondo piano nella visione delle smart city del futuro: sembra invece che sia il classico Bulli, con il suo spazio interno, la capacità di spostarsi ovunque, il suo carattere conviviale e pratico, a fornire un modello ideale per le caratteristiche dell’auto del futuro. Vedremo ovviamente il passaggio dalla concept alla vettura di serie, e la risposta dei mercati ad una simile proposta, che di primo acchito appare comunque sia tecnicamente interessante che “emozionale”.

Detroit 2017: Volkswagen I.D. BUZZ, il Bulli diventa elettrico
Tagged on:

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Più informazioni

Il settaggio dei cookie per questo sito web è impostato su "permetti Cookies" per permetterti la miglior esperienza possibile di navigazione, Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare il settaggio dei cookie o premendo "Accetto" potrai proseguire la navigazione senza limitazioni. The Cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close