Design: Lancia Antea, di Daniele Alessandro Capriotti

lancia_antea_dac_

A Ginevra sono stati premiati i vincitori del concorso Stile Italiano Giovani 2010; tra questi, Daniele Alessandro Capriotti, terzo classificato con questa interessante Lancia Antea. Di seguito, alcune immagini del progetto, le tavole di presentazione e un breve testo descrittivo redatto dall’autore.

LANCIA ANTEA
«Antea come “prima”, Antea come capostipite di una nuova era, Antea come la più esclusiva delle vetture Lancia del nuovo Millennio.
Cosa si pensa quando si nomina Lancia? Ovviamente al lusso, alla comodità, a buone rifiniture e a un design nostalgico ispirato ai fasti d’oro per la casa.
Ma se questa domanda ve l’avessi posta 20 o 30 anni fa? La risposta sarebbe stata la stessa?
Credo che a quei tempi Lancia fosse sinonimo di orgoglio italiano, significava che non contavano le dimensioni per conquistare la gente; erano i tempi della leggendaria Delta che con i rally entrò nella casa di tutti gli italiani diventando un’icona per tutti noi.
Poi la Lancia cadde in un periodo di crisi e si limitò a vendere la nuova generazione della cara Y e la sorella maggiore Musa.

Nel 2009 però c’è stato un lampo a ciel sereno che forse potrebbe cambiare la situazione, ridando lustro e importanza a un marchio che ci ha regalato molte gioie ed emozioni.
L’accordo con la Chrysler, il possibile sbarco in America e la condivisione di pianali con quest’ultima potrebbe far sì che le cose vadano per la direzione giusta e Lancia torni a brillare come una volta.
Il mio progetto prende spunto proprio da questo: creare un’icona per il marchio che possa essere un’ ottimo biglietto da visita per il continente oltre oceano, nonché nuova linea guida per lo stile dei futuri modelli.

E’ qui che nasce l’Antea una coupé che deriva per telaio dalla sorella Alfa romeo 8c Competizione, ma che se ne discosta per tutto il resto.
All’interno troviamo soluzioni originali come la possibilità di cambiar colore all’abitacolo grazie a un sensore che si avvale della tecnologia o-led, con cui sono rivestite plancia cruscotto e molte altre componenti dell’abitacolo, regalando forte emozioni e aria di freschezza ogni volta che lo si desidera.
Altro fattore di spicco a mio avviso era dare più importanza a questa vettura mediante l’assegnazione di un nome: attraverso un meccanismo di analisi del timbro e della cadenza vocale, è sufficiente far pronunciare questo nome al proprietario o ad altre persone (per un totale di 5 “voci” diverse), ed ecco la macchina aprire le porte e consentire l’accesso al suo interno, come per magia…

Nello stile ho deciso di ispirarmi a una delle più belle coupé che la casa abbia mai prodotto, ossia all’Aurelia, mentre molti dettagli li ritroviamo nella produzione attuale, come la fanaleria posteriore ispirata a Thesis e Delta.
Non volendo creare uno stile di rottura ma un’evoluzione di quello attuale, ho cercato di mantenere uno stile elegante e non esageratamente sportivo come in molte supercar. Uno stile che sia riconducibile al marchio il cui nome è diventato sinonimo di eleganza.

Dotata di 4 motori elettrici, la Antea sarebbe la prima vettura della casa ad avere una trasmissione con motori elettrici su ogni ruota, che le permetterebbero di percorrere 350 km e di effettuare una ricarica anche con una semplice presa domestica, mediante un attacco integrato nella mascherina anteriore, che si apre mediante un pulsante “touch screen” integrato nel navigatore.

Le dimensioni sono:
altezza: 1.32m
larghezza: 1.90m
lunghezza: 4.27m
Il telaio della macchina è rigorosamente di alluminio con alcune parti in fibra di carbonio».

– Daniele Alessandro Capriotti per Virtual Car

Design: Lancia Antea, di Daniele Alessandro Capriotti

One thought on “Design: Lancia Antea, di Daniele Alessandro Capriotti

  • 25 marzo 2010 at 18:43
    Permalink

    Ciao Daniele;)Ci siamo conosciuti al concorso di car design di Trieste… Sono Antonio Marino. I miei più sinceri complimenti! Continua cosi! Saluti.

Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Più informazioni

Il settaggio dei cookie per questo sito web è impostato su "permetti Cookies" per permetterti la miglior esperienza possibile di navigazione, Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare il settaggio dei cookie o premendo "Accetto" potrai proseguire la navigazione senza limitazioni. The Cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close