Design: Chamaleon (Modulo car) concept, di Paolo Martin

44-3_4 ant copia 520

Il designer Paolo Martin, nome illustre del design italiano ben noto ai lettori di Virtual Car, ha presentato all’High Museum di Atlanta (USA) un progetto denominato Chamaleon (Modulo car). Si tratta di una concept car modulare, con una cellula meccanica condivisa e variamente configurabile, e altre parti intercambiabili, che sviluppa un’idea molto originale e anche un po’ provocatoria: ad esempio, sono state approntate varie versioni dello scudo anteriore, per adattarsi a marchi molto diversi tra loro. Di seguito, dalle parole dello stesso Paolo Martin, la descrizione del progetto.

CHAMELEON (MODULO CAR), di Paolo Martin

«Recentemente in occasione della mostra aperta all’High Museum di Atlanta comprendente l’esposizione di 17 modelli che sono stati significativi e influenti nell’evoluzione dello style nel Car Design nel XX secolo, in una discussione con il pubblico e di fronte al quesito dell’evoluzione della forma dell’auto nel futuro prossimo, ho presentato questo progetto che sviluppa un’idea, in parte già in atto con l’uso comune di gruppi e sottogruppi da parte dei costruttori.
Indipendentemente dalla tipologia di motricita o trasmissione che sarà, nell’evoluzione, una scelta relativa alla disponibilità del momento, ho voluto esprimere una mia convinzione, a mio avviso, lenta ma inevitabile.

Il mercato dell’auto è in continua evoluzione e stiamo assistendo a due diverse collocazioni dei prodotti. In evoluzione esponenziale è il mercato asiatico, sostenuto principalmente dal dall’ostentazione e dal lusso, mentre quello occidentale è basato su motivi piu pratici e dalla passione quasi genetica derivata fin dai primi del 900.

Con questa proposta, ho cercato di sviluppare e concentrare in un immagine “senza tempo” un insieme di stilemi stilistici sviluppati nell’ultima parte del XX secolo. Quanto esposto è un esercizio di “mestiere”, potrebbe essere stato disegnato molti anni addietro oppure anni avanti; non mi sono prefisso di creare un “new Style” ma riprendere ciò che è stato più focale e significativo nel settore automobilistico.

E da notare che in un momento in cui vi è una lenta ma costante unificazione dei sottogruppi sia meccanici che strutturali riferiti al prodotto finale, come è già successo e consolidato in molte apparecchiature domestiche di grande serie, questa proposta riprende, dopo 47 anni, il concetto anticipato ed espresso con la Ferrari Modulo del 1967, che allora si limitava all’espressione grafica: in questo caso è coinvolto tutto il progetto nella sua globalità, sia in fase di studio che di realizzazione.

L’automobile derivata è chiaramente molto sportiva ma non aggressiva o brutale, è morbida, fluente, semplice, attraente e facile da costruire. Una delle caratteristiche di questo progetto, come è evidenziato nelle varie viste frontali e laterali, è che potrebbe adattarsi benissimo su qualunque pianale o motorizzazione esistente: può essere a trazione anteriore o posteriore, 4wd, ibrida o elettrica. Il frontale e il posteriore possono adattarsi a qualunque marchio, il corpo centrale risulta come “sospeso” fra i due elementi motrici e naturalmente possono essere previste versioni a 3 o 5 porte.

Il mercato offrirà, alla domanda, l’allestimento e le caratteristiche prestazionali richieste in segmenti distinti, e la rete commerciale utilizzerà i propri relativi punti vendita. Inoltre le funzioni dei due elementi principali quali l’abitacolo e gli organi meccanici sono nettamente distinti e separati, potendo indipendentemente soddisfare qualsiasi esigenza sia operativa che di marketing.»

Design: Chamaleon (Modulo car) concept, di Paolo Martin
Tagged on:                 

One thought on “Design: Chamaleon (Modulo car) concept, di Paolo Martin

  • 7 settembre 2014 at 12:01
    Permalink

    Interessante la soluzione stlisitica, forse un po’ troppo appariscente. Buona l’idea di intercambiabilità delle parti della carrozzeria per la personalizzazione.

Comments are closed.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Più informazioni

Il settaggio dei cookie per questo sito web è impostato su "permetti Cookies" per permetterti la miglior esperienza possibile di navigazione, Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare il settaggio dei cookie o premendo "Accetto" potrai proseguire la navigazione senza limitazioni. The Cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close