Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2016: i vincitori

primo_premio_villa_este_2016_maserati

Anche per quest’anno viene archiviato il tradizionale concorso d’eleganza Villa d’Este, nato nel 1929, e riproposto come revival dal 1995. La curiosa concomitanza con la Mille Miglia, nonostante lo spostamento di data a fine maggio, non ha privato l’evento dei suoi spettatori dal 20 al 22 maggio 2016: gli addetti ai lavori nelle prime giornate a Villa d’Este, il pubblico di appassionati nella giornata conclusiva a Villa Erba. Assegnati tutti i premi (qui la lista completa dei vincitori), sia da parte della giuria tecnica che del pubblico: non è stato facile, perché la scelta era vastissima, sia tra le auto d’epoca che tra le concept car.

La vincitrice della Coppa d’Oro, Primo Premio assegnato per Referendum pubblico a Villa D’Este, è stata la Lancia Astura Serie II del 1933, 8 cilindri, 2973 cc, con carrozzeria aerodinamica Berlinetta, Castagna.

Un anno e mezzo dopo la sua immatricolazione, questa Lancia Astura ricevette in dono la sua forma estremamente aerodinamica dalla casa Castagna, un adattamento per le corse che fu attuato su richiesta di Vittorio, figlio di Benito Mussolini. Probabilmente nello stesso momento sulla vettura fu installato il motore V8 tre litri da 82 CV della Astura Serie III, al posto del precedente 8 cilindri da 2,6 litri. Nell’agosto del 1935 la vettura prese il via alla 24 ore di Pescara e solo cinque settimane più tardi si presentò al Concorso d’Eleganza di Villa d’Este. Due situazioni diametralmente opposte che dimostrano come la sportività alla guida e il fascino dell’estetica non sono assolutamente in contraddizione.

La Lamborghini Miura P 400 SV del 1971, 12 cilindri, 3929 cc, carrozzeria Coupé Bertone dalla caratteristica livrea verde, ha invece vinto il Trofeo BMW Group Italia assegnato per Referendum Pubblico a Villa Erba.

Nata nel 1966, la Lamborghini Miura è una delle vetture sportive più affascinante di tutti i tempi. La fine serie di questa vettura fu rappresentata dalla Miura SV da 385 CV che fece il suo debutto al Salone dell’Automobile di Ginevra l’11 marzo 1971. Proprio la Miura qui presentata in Concorso fu esposta presso lo stand Bertone. In occasione del 50° anniversario della Miura, questa P 400 SV non è passata inosservata e ha saputo conquistare le preferenze dei numerosi appassionati presenti oggi a Villa Erba.

Il premio più ambito dagli addetti ai lavori è forse il Trofeo BMW Group, assegnato alla Best of Show dalla qualificata giuria tecnica di designer; la vittoria è andata alla Maserati A6 GCS del 1954, berlinetta a 6 cilindri in linea, 1988 cc carrozzata Pinin Farina.

Una vera e propria macchina da competizione allestita con la perfezione estetica di un’icona di stile. Il design della vettura è nato dall’estro di Aldo Brovarone, che l’aveva realizzato nel 1952 per il marchio Cisitalia. Dopo il fallimento di quest’ultima, portò il progetto “in dote” a Battista “Pinin” Farina che lo aveva scelto per la Maserati.

Veramente difficile la scelta per ciò che riguarda, invece, il Design Award for Concept Cars & Prototypes: questo per la presenza di tantissimi prototipi di recentissima realizzazione, visti curiosamente in movimento anche dal pubblico di Villa Erba, nell’incantevole scenario del parco, della villa e del lago di Como. Basti pensare alle vetture presenti, dall’Alpine Vision che ricorda da vicino la progenitrice di Michelotti all’originale, ecologica e pluripremiata H2 Speed di Pininfarina, o la RX vision concept, forse il modello che rappresenta di più la natura emozionale per un’auto stradale tra passato e futuro ideali, secondo il nostro modo di intendere l’automobile. Alla fine l’ha invece spuntata un modello che richiama espressamente il passato, e che sfrutta linee accattivanti associate ad un brand che non ha perso il suo smalto: il pubblico di Villa Erba ha premiato con il Design Award la Alfa Romeo Disco Volante by Touring, realizzata per i 90 anni dell’azienda con il supporto tecnico di Alfa Romeo, prima “aperta” della storia recente della Touring ed è stata sviluppata sul telaio della 8C Competizione Spider. Da notare che anche la versione coupé ottenne il medesimo premio nel 2013. Dedicheremo invece un articolo speciale alla concept car presentata da BMW, che essendo organizzatrice dell’evento non partecipa con le proprie novità al concorso.

A partire dal 2011, infine, c’è una nutrita sezione dedicata alle motociclette d’epoca: la vincitrice del Trofeo BMW Group assegnato dalla giuria quest’anno è stata l’inglese Grindlay-Peerless 100 del 1929, dotata di un motore monocilindrico da 498 cc.

L’azienda di Coventry costruì motociclette dal 1923 al 1934. Ottenne presto notorietà grazie al tuner e pilota C.W.G. “Bill” Lacey, il quale gestiva un’officina privata presso il circuito di Brooklands e attirò l’attenzione degli appassionati sulle sue veloci motociclette anche grazie alla loro nichelatura e all’aspetto completamente lucido. Nel 1928 Lacey fu il primo pilota a percorrere 100 miglia nell’arco di un’ora. Nel 1929 furono commissionate sei repliche della moto da record Grindlay-Peerless e una di esse giunse, nel 1935, nelle mani di H.J. “Boy” Tubb. Quest’ultimo continuò a raccogliere successi sul circuito di Brooklands prima di iniziare a dedicarsi alle gare di sprint. La moto rimase di proprietà della famiglia sino al 2012 e rimase a lungo esposta presso il museo di Brooklands.

I Commenti sono chiusi

Virtual Car
Automobili e Fantasia
CATEGORIE
ARCHIVI

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Più informazioni

Il settaggio dei cookie per questo sito web è impostato su "permetti Cookies" per permetterti la miglior esperienza possibile di navigazione, Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare il settaggio dei cookie o premendo "Accetto" potrai proseguire la navigazione senza limitazioni. The Cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close