BMW X6 restyling, primi dettagli in attesa del Salone di Ginevra

bmw-x6-restyling-_520BMW presenterà al prossimo Salone di Ginevra il “rinnovo” di una delle vetture top di gamma che più hanno decretato il successo della casa bavarese negli ultimi anni: stiamo parlando della X6, felice progetto che ha determinato, grazie alle sue particolari caratteristiche da “crossbreed“, il conio della definizione di “SAV” (Sport Activity Coupè).
A dire la verità, ad un primo sguardo un occhio meno attento potrebbe facilmente scambiare la “nuova” X6 con il modello attualmente in commercio: effettivamente le modifiche estetiche non sono tali da “stravolgere” la linea della vettura, ma d’altro canto si tratta del “solito” restyling di metà carriera al quale BMW ci ha abituato. Le modifiche comunque ci sono, soprattutto sotto il cofano.

Partiamo dall’esterno: come già accennato non si notano particolari cambiamenti nella linea ma molti aspetti sono stati aggiornati per rendere conforme la X6 al corso stilistico dato a BMW da Adrian Van Hooydonk, pur non tradendo la natura della vettura della quale sono stati venduti ben 150mila esemplari in circa tre anni.
Il frontale appare aggiornato alle più recenti “mode” tecnologiche, con l’aggiunta quindi di LED ad alta luminosità nei fari anteriori, capaci di “disegnare” i classici “angel eyes” con in aggiunta un “sopracciglio luminoso”. Inalterata l’adozione dei proiettori bi-xenon per abbaglianti ed anabbaglianti. Nuovo anche il disegno dei fari fendinebbia, racchiusi in una cornice metallizzata che “stacca” dal resto del frontale in caso di colorazione scura della vettura. Anche nei proiettori posteriori vengono adottati i LED, in accordo con il resto della gamma.

Allargando lo sguardo si notano nuovi cerchi in lega da 19 pollici (che in rapporto alla mole dell’auto non tradiscono l’importante diametro) ma in opzione – ed in base al modello – si può arrivare fino ai 20 pollici. A seconda del mercato di appartenenza è possibile inoltre avere un cofano specifico con un rialzo centrale più marcato.
Vengono introdotti anche tre nuovi colori, tra cui il Marrakech Brown che vediamo nelle foto della nostra galleria. Le altre due tinte prendono il nome di Orion Silver e Midnight Blue.

Per quanto riguarda gli interni troviamo la finitura in pelle Nevada disponibile anche in colore rosso, mentre con la pelle Nappa si può scegliere il nero od il bianco avorio. La plancia rimane razionale e se vogliamo scarna, ma in linea con lo stile BMW.
Dal lato dell’elettronica e dell’infotainment importante è l’introduzione del sistema Dynamic Performance Control che permette un controllo elettronico della distribuzione della coppia, mentre come optional troviamo Active Steering ed Active Drive. Confermata la presenza del BMW ConnectedDrive con – tra le molteplici funzioni – il visualizzatore sul parabrezza della velocità.

Ultime ma non meno importanti, le novità sotto il cofano: è qui che la casa bavarese riserva il proprio “asso nella manica”. Verrà introdotto infatti un nuovo propulsore al vertice della gamma a gasolio, che equipaggerà la X6 M50d. Tecnicamente il nuovo motore si presenta come un cinque litri da 6 cilindri e 381 CV, accoppiato a ben tre turbocompressori e dalla “mostruosa” coppia massima di 740 Nm. Detto in “soldoni”, tutto ciò si traduce in uno 0-100 km/h in 5,3 secondi (addirittura migliore del V8 della xDrive 50i), mantenendo un consumo di 7,7 litri/100 km.
Rimangono invariate le altre motorizzazioni, come i benzina V8 da 406 CV ed il 6 cilindri in linea da 306 CV, insieme ai propulsori a gasolio da da tre e quattro litri da 245 e 306 CV.
Al vertice della gamma troviamo la X6M, con motore V8 a benzina da 555 CV, interessata anch’essa da una rivisitazione di design e finiture.
Per quanto riguarda le norme anti inquinamento BMW promette di rispettare le norme Euro 6 – la cui entrata in vigore è prevista nel 2014 – grazie all’adozione su alcune versioni del sistema BMW BluePerformance Technology per la riduzione degli ossidi di azoto (NOx) e dall’impiego del sistema AdBue, consistente in un liquido a base di urea e in uno specifico catalizzatore.

Una serie di novità importanti per la “SAV” tedesca, della quale non ci resta che attendere la prossima primavera per conoscere i dati finali per il nostro mercato.

– Virtual Car, BMW, Salone di Ginevra 2012

I Commenti sono chiusi

Virtual Car
Automobili e Fantasia - translate
Sergio Chierici Movie Passion su Apple Music
CATEGORIE
ARCHIVI

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Più informazioni

Il settaggio dei cookie per questo sito web è impostato su "permetti Cookies" per permetterti la miglior esperienza possibile di navigazione, Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare il settaggio dei cookie o premendo "Accetto" potrai proseguire la navigazione senza limitazioni. The Cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close