Alfa Romeo Giulia, sfida internazionale alle tedesche

giulia_inedite_per_virtualcar_1

Abbiamo già descritto nel dettaglio le nostre impressioni sulla nuova Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio, vista dal vivo nel rinnovato Museo Alfa Romeo e ad Autostyle 2015; ora la Giulia è disponibile anche nelle concessionarie a partire dalla fine di maggio, con prezzi a partire da 35.500 euro. Dal punto di vista estetico, ci concentriamo in particolare sulle versioni Giulia e Giulia Super, sicuramente le più vendute nel nostro paese; da segnalare le due foto inedite dei fari della versione bianca.

Caratteristica importante della nuova Alfa Romeo Giulia è data dalla scelta di non differenziare eccessivamente la top di gamma Quadrifoglio dalle altre vetture della gamma, che sono rispettivamente Giulia 2.2 JTDM 150 CV con cambio manuale o automatico e la Giulia Super 2.2 JTDM 150 CV o 2.2 JTDM 180 CV con cambio manuale o automatico. L’estetica della vettura rimane quindi sostanzialmente identica: avevamo riscontrato le dimensioni piuttosto abbondanti, modellate su quelle della concorrenza e pensate anche per mercato non europei, e le linee arrotondate e relativamente semplici che favoriscono l’aerodinamica. Il frontale propone la medesima interpretazione del trilobo, anche con il “baffo” sulle prese d’aria laterale, ma con diversa finitura e dettagli meno racing; rispetto alle precedenti Giulietta e MiTo, che riprendevano lo stile 8C, qui i fari che proponiamo a distanza ravvicinata sono sottili e a sviluppo orizzontale, accompagnando lo spigolo piuttosto marcato del complesso scudo-parafango-cofano. La linea di cintura rimane piuttosto alta, mentre dietro il sottile faro “a gemma” mantiene una certa tradizione Alfa Romeo, con il bordo del cofano destinato a fare da spoiler, e la connotazione della parte inferiore che sembra già pronta per un’edizione per la pista. Rispetto alla Quadrifoglio, mancano appendici aerodinamiche inferiori, badging specifico e, all’interno, le finiture sportive, pur mantenendo la stessa struttura: da notare la semplicità di forme e cromatica degli interni, e l’inserimento dello schermo centrale nell’apposito vano sagomato della plancia. Per la definizione dell’allestimento, basta una visita al configuratore: ci limitiamo a segnalare i cerchi da 16″ della Giulia e da 17″ della Super, che può contare anche sugli interni in pelle, gli 11 colori disponibili e gli accessori elettronici, tra cui l’Alfa Connect Nav della Super, o i sensori di parcheggio a richiesta. Ma l’aspetto più importante per il potenziale acquirente è il ritorno alla trazione posteriore, che si evidenzia bene anche dall’aspetto complessivo, con sospensioni (quadrilatero davanti, multilink dietro) e sterzo adeguati anche nelle versioni normali, per ora solo a gasolio, e con la disponibilità dell’Alfa DNA per gestire al meglio la potenza su strada, anche senza “scodare”.

> Virtual Car, foto esclusive e press Alfa Romeo

I Commenti sono chiusi

Virtual Car
Automobili e Fantasia
CATEGORIE
ARCHIVI

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Più informazioni

Il settaggio dei cookie per questo sito web è impostato su "permetti Cookies" per permetterti la miglior esperienza possibile di navigazione, Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare il settaggio dei cookie o premendo "Accetto" potrai proseguire la navigazione senza limitazioni. The Cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close